Cattolica al Centro: l’AD Minali lavori per tutti i soci e non solo per la sua lista

Cattolica Assicurazioni Imc

Cattolica Assicurazioni Imc

In vista della assemblea dei Soci del prossimo 13 aprile, botta e risposta in Cattolica Assicurazioni tra l’AD Alberto Minali, e Cattolica al Centro, associazione che riunisce un gruppo soci ed azionisti del gruppo assicurativo veronese, da tempo critica nei confronti della gestione del presidente del Gruppo, Paolo Bedoni.

In occasione della presentazione dei risultati 2018, l’AD Minali ha infatti ventilato un suo disimpegno dai ruoli operativi, nel caso in cui la lista presentata dal CdA uscente dovesse essere sconfitta proprio da quella alternativa che sarà presentata da “Cattolica al Centro”“Presenteranno una lista contraria all’attuale management. Pertanto non sarei disponibile ad assumere una posizione di responsabilità se dovessero vincere”.

“Sono legato da un rapporto di stima professionale al presidente Paolo Bedoni, che assieme a questo Cda mi ha chiamato in Cattolica. Non ci sono quindi ipotesi da parte mia di saltare sul carro di un altro contendente”, ha aggiunto Minali, ricordando anche che le fondazioni appoggeranno la lista del CdA uscente.

“Dall’amministratore delegato di una società quotata è lecito attendersi che lavori e agisca nel rispetto di tutti i soci e azionisti e non solo di quelli che appoggiano la lista di cui farà parte – ha prontamente replicato “Cattolica al Centro”. Quella di Minali è una caduta di stile contraria allo spirito delle più elementari regole di corporate governance”.

“Quanto ai risultati – prosegue la nota dell’associazione – il fatto stesso che vengano celebrati come i migliori da 10 anni a questa parte (anni in cui Cattolica ha costantemente sotto performato rispetto alle altre compagnie) è un segnale involontariamente significativo dei risultati non soddisfacenti della gestione ultra decennale del presidente Bedoni”.

“L’”incapacità” citata dal dottor Minali – evidenziano ancora da “Cattolica al Centro” è infatti quella di chi, fino al 2017, distribuiva dividendi attingendo anche alle riserve societarie, indebolendo il patrimonio della società come facilmente chiunque può leggere nei bilanci della compagnia. La lista dei candidati che presenterà “Cattolica al Centro” non è contraria al management ma propone una visione alternativa e indipendente all’attuale governance ispirata a un ritorno ai valori fondativi di Cattolica”.

Il programma di “Cattolica al Centro” sarà presentato in seguito alla presentazione della lista, dopo il 18 marzo 2019.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top