CCNL dipendenti, a Genova nuova puntata della contrapposizione tra OO.SS. e SNA

Assicurazioni - Dipendenti Imc

Assicurazioni - Dipendenti Imc

Nuova puntata nella querelle legata al CCNL dei dipendenti delle agenzie di assicurazione in gestione libera. Nella giornata di ieri si è svolto a Genova un convegno organizzato dalle sezioni provinciali e dal Coordinamento regionale SNA della Liguria – Agenti di assicurazione: CCNL SNA 2014, un’opportunità per il futuro delle nostre agenzie – per fare il punto della situazione dopo che diversi agenti cittadini e della provincia sono stati oggetto di verbali da parte dell’Inps e degli ispettori del lavoro per l’integrazione dei contributi previdenziali (in base a quanto riportato dall’edizione genovese de Il Secolo XIX, gli importi richiesti arriverebbero fino a 18.000 Euro) secondo quanto disposto dalle tabelle retributive del CCNL ANAPAUNAPASS in luogo del CCNL sottoscritto dal Sindacato Nazionale Agenti con Fesica e Fisals (e non con le organizzazioni sindacali “storiche” del settore Fisac-Cgil, First-Cisl, Uilca e Fna, firmatarie del CCNL ANAPA-UNAPASS).

All’esterno della sede convegnistica sono invece confluite le citate OO.SS. firmatarie dell’accordo con ANAPA ed UNAPASS (oggi riunite in ANAPA Rete ImpresAgenzia) per un presidio di protesta contro il CCNL SNA. Di seguito, il testo integrale del volantino distribuito a supporto del presidio:

“Un’opportunità per il futuro delle nostre agenzie”? Oppure Dumping contrattuale ai danni dei lavoratori?

Oggi, qui, a Genova si tiene un convegno promosso dallo SNA ove si farà il punto della situazione sugli effetti prodotti dall’applicazione del Contratto SNA sugli Agenti aderenti a codesta organizzazione.

Noi della cosiddetta “triplice” più FNA intanto facciamo il punto sugli effetti prodotti da tale contratto sui dipendenti delle agenzie di assicurazione che hanno il piacere di lavorare per questi Agenti!

La mancata applicazione del CCNL di riferimento, sottoscritto il 20/11/2014 dalle OO.SS. dei lavoratori maggiormente rappresentative della categoria con UNAPASS ed ANAPA (ora unificate in ANAPA), così come indicato anche dalla nota specifica del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali significa per i dipendenti di Agenzia la sottrazione di circa 7.000 euro di arretrati che coprono sei anni di vuoto contrattuale voluto da Sna, il quale nel proprio accordo stabilisce, fino al 2017, tabelle economiche inferiori al dovuto, perché non tengono conto dell’aumento del costo della vita registrato a partire dal 2009.

…… E che altro?

Sabato lavorativo a scelta del datore di lavoro; periodo di prova in fase di assunzione elevato a sei mesi; preavviso in caso di licenziamento di dipendente con anzianità di servizio superiore a un anno ridotto da 4 mesi (mensilità) a 30 gg (una mensilità); semifestività soppresse è facoltà del datore di lavoro riconoscerle; apprendistato applicabile da subito con retribuzione apprendisti ridotta dal 90% al 80% di quella base; durata apprendistato elevata da 48 a 54 mesi; aumentati buoni pasto a €4,29 (Sna scrive “per chi li paga”); viene ridotto l’ammontare del premio di produttivita’, potranno non essere piu’ corrisposti eventuali ad personam; facoltà del datore di lavoro di cambiare le mansioni del personale (non più “temporaneamente”); per i contratti di “Part Time” non è piu’ indicato un numero minimo e massimo di ore (quindi discrezionalita’ assoluta); nessun obbligo di erogazione di arretrati ad alcun titolo Sna scrive “con un risparmio complessivo per la categoria degli Agenti di circa 80 milioni di euro circa”

80 milioni di euro che pagano i lavoratori: Vergogna!

FESICA e FISAL non sono un sindacato di comodo? Davvero?

Come definire allora delle sigle, del tutto sconosciute nel settore assicurativo, che non hanno mai partecipato ad alcuna trattativa di settore, né hanno mai presentato una propria piattaforma rivendicativa negoziale ma si sono prestate ad apporre la propria firma su un documento scritto dallo SNA?

Intermedia Channel

Related posts

Top