Cerchio d’Oro AIFIn, AXA Italia è la “Compagnia assicurativa innovativa dell’anno”

AXA Assicurazioni - Sede Milano (2) Imc

AXA Assicurazioni - Sede Milano (2) Imc

Ad AXA Italia va il massimo riconoscimento dedicato all’innovazione nel settore bancario, assicurativo e finanziario e patrocinato dall’Associazione Italiana Financial Innovation anche nelle categorie Comunicazione (con “Nati per Proteggere”), Prodotti e servizi assicurativi Vita (con “AXA MPS Tutta La Vita”) e Prodotti e servizi assicurativi Danni (con la garanzia “Cyber Risk”). Menzione di merito, inoltre, per “AXA MPS Guidare Protetti Full Quotation/E-Selling”

É AXA Italia (nella foto, la sede di Milano) la Compagnia assicurativa innovativa dell’anno: questo l’esito dell’undicesima edizione del Premio Cerchio d’Oro dell’Innovazione Finanziaria, dedicato all’innovazione nel settore bancario, assicurativo e finanziario e patrocinato da AIFIn – Associazione Italiana Financial Innovation.

Ad essere premiata – si legge in una nota – è stata “la capacità del Gruppo AXA Italia di interpretare il cambiamento, attraverso l’innovazione nell’offerta e nel servizio, nei linguaggi e nella comunicazione, e nella relazione con la società nel suo complesso. E l’innovazione è il comune denominatore degli altri importanti successi” di AXA Italia nelle categorie Comunicazione, Prodotti e servizi assicurativi Vita e Prodotti e servizi assicurativi Danni, oltre ad una menzione di merito.

Ad aggiudicarsi il premio nella categoria Comunicazione è Nati per Proteggere, progetto di comunicazione integrata multi-soggetto con il quale AXA è tornata a fare comunicazione “parlando del suo mestiere e dando voce alle buone storie di protezione”. Collegata alla campagna di comunicazione, l’iniziativa www.natiperproteggere.it: una piattaforma ed un concorso attraverso i quali “AXA ha voluto far emergere buone storie di protezione del nostro Paese che altrimenti sarebbero rimaste inespresse”. L’edizione 2014 ha visto vincitrice la storia “Camminare insieme” della Fondazione Onlus Tog, che ha utilizzato il premio di 50.000 euro per l’acquisto di una stampante 3d in grado di produrre ausili ortopedici tridimensionali per bambini affetti da gravi patologie neurologiche.

Ad aggiudicarsi il premio nella categoria Prodotti e servizi assicurativi Vita è AXA MPS Tutta La Vita, soluzione dedicata alla protezione dell’individuo e del suo patrimonio: tre garanzie in un unico prodotto che permettono di tutelare l’assicurato e i suoi cari in caso di perdita di autosufficienza, malattia grave o prematura scomparsa.

La garanzia “Cyber Risk” ha ricevuto il massimo riconoscimento nella categoria Prodotti e servizi assicurativi Danni. Ideata a febbraio 2014 nell’ambito dell’offerta retail AXA MPS Mia Protezione, questa garanzia “nasce per andare incontro alle crescenti esigenze di difesa dai rischi legati alla navigazione sul web”.

Questa edizione del Cerchio d’Oro ha visto inoltre il conferimento di una menzione di merito per AXA MPS Guidare Protetti Full Quotation/E-Selling, nuova funzionalità disponibile su PasKey Internet Banking, piattaforma online e mobile del settore bancassicurativo, che consente, con il solo inserimento di targa e data di nascita, di comporre e personalizzare l’assicurazione auto e procedere all’acquisto sulla piattaforma web.

“Siamo molto orgogliosi dei premi ottenuti – ha sottolineato Maurizio Cappiello, Direttore Generale di AXA Assicurazionipoiché rappresentano il frutto del nostro quotidiano impegno nell’innovazione delle soluzioni e dei linguaggi, che perseguiamo in un’ottica di differenziazione sul mercato fondata sulla qualità del servizio verso il cliente. La protezione è il nostro mestiere e proteggere per noi significa aiutare i nostri clienti a vivere con serenità ogni fase della loro vita”.

“Il nostro business, inoltre, ha una grande peculiarità perché ha a che fare con le persone e i loro rischi – ha dichiarato Béatrice Derouvroy, Direttore Generale di AXA MPS −. Se cambia la società, in una fase di rischi emergenti, deve cambiare anche il nostro rapporto con essa, perché il nostro settore “vive ed è “cittadino” della comunità in cui è inserito. L’innovazione passa anche da questo ed è su questa strada che vogliamo proseguire, per continuare a interpretare cambiamento”.

Intermedia Channel

Related posts

Top