CeTIF, presentata la terza edizione del Master in Digital Innovation & FinTech

Digitalizzazione - Innovazione - Insurtech - Tecnologia Imc

Digitalizzazione - Innovazione - Insurtech - Tecnologia Imc

Tra le caratteristiche peculiari del nuovo percorso di formazione (proposto dal Centro di ricerca dell’Università Cattolica) vi sono stage presso banche, assicurazioni, aziende e FinTech, tutorship e mentorship personalizzate, hackathon per lo sviluppo di progetti innovativi, rilascio della Certificazione SAS

È stata presentata ufficialmente la scorsa settimana a Milano, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la terza edizione del Master in Digital Innovation & FinTech, proposto dal CeTIF (Centro di Ricerca in Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari).

Il Master, dopo il successo delle prime due edizioni che hanno visto un tasso di impiego del 100% (tra stage e altre tipologie contrattuali), continua quindi il suo impegno “nel cogliere le sfide imposte dalla trasformazione digitale e dal fenomeno FinTech”.

“Settori dinamici come quello bancario e assicurativo – si legge nella nota di presentazione – stanno costantemente rimodellando le proprie strutture interne in una prospettiva di Digital Transformation. Nuovi modelli di business, Digital Marketing, Internet of Things, Big Data e Advanced Analytics, Blockchain sono solo alcuni dei temi sui quali l’industria finanziaria sta lavorando e che verranno quindi approfonditi nel corso del Master. Questa iniziativa formativa si caratterizza inoltre per l’approfondimento del fenomeno FinTech, InsurTech e RegTech, spesso trascurato nel panorama universitario italiano”.

Di durata annuale, il percorso si rivolge ai laureati principalmente nelle facoltà di Economia, Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative, Scienze Politiche, Giurisprudenza, nonché di altre facoltà o con titoli esteri equivalenti “con l’obiettivo di inserire nel mercato del lavoro i futuri startupper di FinTech, digital specialist e digital officer, innovation officer, data analyst e information manager, IT manager, IT compliance specialist”. Per i professionisti che hanno già maturato almeno tre anni di esperienza e che desiderano approfondire questi temi, verrà invece lanciata entro la fine dell’anno una versione blended dello stesso Master.

Tutti i moduli (che si possono seguire anche singolarmente), spiegano ancora dal CeTIF, hanno un approccio formativo che integra le tradizionali lezioni in aula (martedì, mercoledì e giovedì dalle 17.30 alle 21.00) con momenti di formazione online, laboratori tecnologici dedicati all’advanced analytics e alle FinTech (venerdì, dalle 9.00 alle 18.00). La frequenza al “Big Data & Analytics LAB”, consente anche di accedere all’esame di Certificazione individuale internazionale di modellazione/machine learning con SAS.

Parte integrante dell’offerta formativa è costituita dallo stage curricolare che verrà attivato presso una delle delle aziende partner del Master: Banca 5, Bip, BNP Paribas, Banco BPM, Capgemini, CheBanca!, Credem Banca, Deloitte Digital, EY, Helvetia Assicurazioni, Banca Mediolanum, Parva Consulting, ProSpera, Avantage Reply, Sara Assicurazioni, SAS, Banca Sella, SIA, UBI Banca, BankSealer, Domec, Euclidea, Neosurance, Plick, SalaryFits, Stamp, Riskapp, Two Hundred.

La Faculty del Master è composta – prosegue la nota – “da professori e docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con esperienza e conoscenza specifiche nel mondo bancario e assicurativo, nonché da professionisti, manager ed executive continuamente aggiornati sulle principali evoluzioni del settore”.

Per tutte le ulteriori informazioni e per le iscrizioni si può consultare la pagina dedicata al Master sul sito dell’Università Cattolica.

Intermedia Channel

Related posts

Top