COFACE, PRESENTATO IL COUNTRY RISK BOOK 2013 PER L’ITALIA

Coface HiRes HP

Si è svolta lo scorso 29 maggio a Milano la XII edizione della Conferenza Rischio Paese di Coface, il tradizionale appuntamento della Compagnia assicurativa, nel corso della quale è stato presentato in Italia il Country Risk Book 2013 in lingue inglese e francese, il rapporto annuale che valuta il Rischio Paese relativo a 158 Paesi del mondo.

Coface HiRes HPLa Conferenza Rischio Paese – si legge in una nota – ha registrato 400 adesioni e si è confermata “un momento di dibattito importante intorno al tema dell’internazionalizzazione delle imprese, un tema sempre più cruciale per la ripresa del Paese Italia in un momento di congiuntura economica ancora sfavorevole“.

Dopo l’apertura dei lavori a cura di Ernesto De Martinis, Country Manager Italia di Coface, è stato Yves Zlotowsky, Chief Economist  Coface, a illustrare in dettaglio lo scenario del Rischio Paese per aree geografiche e settori economici. A seguire, Francesco Daveri, Professore Ordinario Dipartimento di Economia presso l’Università di Parma, e Gregorio de Felice, Chief Economist Intesa Sanpaolo, hanno delineato i nuovi scenari economici e finanziari in un’ottica di prospettive di sviluppo e competitività per banche e imprese.

Nell’ambito della Conferenza Rischio Paese 2013 ha poi preso vita una tavola rotonda dal titolo “Verso i mercati globali: modelli innovativi per l’internalizzazione. L’impatto dell’export sulle imprese italiane”. Ad animare il dibattito, oltre ad Ernesto De Martinis e agli economisti Francesco Daveri e Gregorio de Felice, anche Antonio De Matteis, Amministratore Delegato Kiton, e Carmelo Zocco, Amministratore Delegato Arioli, entrambe imprese italiane che hanno portato la testimonianza delle sfide affrontate nel proprio percorso di espansione sui mercati esteri, a conferma di come l’impresa eccellente possa ancora, oggi, crescere ed espandersi.

Ernesto De Martinis, Country Manager Italia di Coface, ha così commentato l’evento: “Siamo particolarmente orgogliosi del rinnovato successo della Conferenza Rischio Paese, che si è confermata un momento di dibattito di grande interesse per il tessuto imprenditoriale e bancario italiano. L’edizione 2013 ha voluto soffermarsi ancora una volta su un tema scottante per le imprese domestiche: come affrontare al meglio il percorso verso i mercati internazionali, consapevoli di un contesto economico ancora stagnante. Lo sviluppo del commercio estero, infatti, può e deve rappresentare l’asse di ripresa delle nostre imprese, ma perché questo si realizzi è di vitale importanza conoscere i mercati di destinazione e gestirne le complessità e i rischi. Ci auguriamo che un appuntamento come la Conferenza Rischio Paese possa essere di aiuto alle nostre imprese”.

Abbiamo aggiornato l’App Coface con tutte le nostre Pubblicazioni Economiche, tra cui il Country Risk Book 2013 (disponibile in due lingue), Panorama Settoriale e Panorama Rischio Paese (tradotto in italiano, francese e inglese), una tecnologia al passo coi tempi per offrire l’opportunità alle imprese di essere informate sulle valutazioni, analisi di Rischio Paese e settoriali di Coface” – ha concluso Antonella Vona, Responsabile Marketing & Comunicazione, Coface Italia.

Intermedia Channel

Related posts

Top