COMUNICATO ANAPA-UNAPASS: INSEDIATO IL TAVOLO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI TRA ANIA E ORGANIZZAZIONI DEGLI AGENTI

ANAPA-UNAPASS HP IMC

ANAPA-UNAPASS IMCSi è svolto in un clima cordiale e di reciproco rispetto il primo incontro fra ANIA e associazioni di rappresentanza degli agenti di assicurazione (ANAPA, SNA e UNAPASS Rete ImpresAgenzia) che ha visto l’insediamento formale del tavolo delle relazioni industriali dopo un silenzio che si prolungava da quasi sette anni.

Dopo l’introduzione del Presidente dell’Associazione delle imprese, Aldo Minucci, che ha fatto una ricognizione degli andamenti economici del mercato assicurativo italiano negli ultimi anni, è stata la volta dei Presidenti delle tre sigle sindacali degli agenti. ANAPA e UNAPASS Rete ImpresAgenzia – si legge nel comunicato congiunto delle due associazioni di categoria – “hanno manifestato ampia disponibilità ad individuare le ragioni di una possibile condivisione da cui partire per affrontare il rinnovo dell’accordo collettivo“.

Punto di partenza è la visione sulla figura dell’agente di assicurazione, di oggi ed in chiave prospettica, in un mercato caratterizzato da nuovi concorrenti, sotto la spinta delle innovazioni normative ed orientato alla tutela dell’assicurato. ANAPA e UNAPASS hanno ribadito che, di fronte “al pericolo della disintermediazione, che potrebbe essere favorita anche per effetto di norme tra loro confliggenti, vada rafforzato e valorizzato nel sistema distributivo italiano il ruolo centrale dell’agente professionista che basa la sua attività sul rapporto fiduciario con una o più mandanti“.

Allo stesso modo – prosegue il comunicato congiunto – le due associazioni hanno riconosciuto che “una nuova contrattazione debba avvenire su due livelli, uno di carattere normativo e generale che spetta alle associazioni di categoria, l’altro di contenuto più specificatamente economico di competenza dei Gruppi Agenti“.

Le parti hanno anche condiviso come non sia possibile procedere verso una maggiore concorrenza del settore ricorrendo soltanto allo strumento legislativo (e semmai d’urgenza), ma occorra fare sistema anche per affrontare tutt’insieme la problematica dell’attuale livello del costo della RCauto, “la cui riduzione strutturale consentirebbe di liberare risorse che famiglie e imprese potrebbero invece destinare ad altre forme di protezione assicurativa, diffondendo nel mercato una maggiore sensibilità verso il senso di sicurezza e prevenzione. Su questo specifico ramo, infatti, è fondamentale l’apporto strategico degli agenti, dal momento che il grado di consulenza ed il servizio da essi reso alla clientela non sono replicabili da nessun altro canale distributivo“.

La riunione, come abbiamo già anticipato nei precedenti articoli riguardanti l’incontro, è stata aggiornata a metà settembre “con l’impegno delle rappresentanze agenziali di far pervenire all’ANIA un documento scritto incentrato sulla figura dell’agente e sul conseguente modello d’agenzia“.

Intermedia Channel

Related posts

Top