Concerto per Milano, Allianz Italia e UniCredit supportano Riccardo Chailly e la Filarmonica della Scala

Concerto per Milano - Piazza Duomo Imc

Concerto per Milano - Piazza Duomo Imc

Sesta edizione del concerto in Piazza Duomo, nel cuore del capoluogo lombardo. In programma il Concerto n. 1 di Čajkovskij con Denis Matsuev al pianoforte e Quadri da un’esposizione di Musorgskij per orchestra

Il prossimo 10 giugno, alle 21.30, la Filarmonica della Scala torna in Piazza Duomo con il Concerto per Milano, sesta edizione dell’annuale appuntamento sinfonico gratuito “che trasforma il cuore della città in una sala da concerto “Open Air””. A dirigere l’orchestra è Riccardo Chailly, mentre l’ospite solista di questa edizione è il pianista russo Denis Matsuev, interprete del Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bem. min op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, uno dei brani più celebri del repertorio pianistico e tra i più amati dal pubblico. La seconda parte del programma è ancora un omaggio ai grandi autori russi: Chailly dirige Quadri da un’esposizione di Modest Musorgskij nell’orchestrazione di Maurice Ravel.

Realizzato con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con il main partner UniCredit, lo sponsor Allianz Italia ed il sostegno di Esselunga, il Concerto per Milano – si legge in una nota – “è un’occasione imperdibile per ascoltare la Filarmonica della Scala sotto le stelle”. Sette maxischermi e un impianto audio ad alta definizione consentono, alle migliaia di spettatori, “visione e ascolto ottimali da qualsiasi punto della piazza”. L’iniziativa si avvale del supporto dei media partner Rai Cultura Class Editori, del digital partner Vidion e dei mobility partner ATM, Trenord e Sea Aeroporti.

«Questo grande concerto gratuito e aperto a tutti è ormai diventato un importante evento internazionale – ha affermato Jean Pierre Mustier, presidente della Filarmonica della Scala e CEO UniCredit –. Anche attraverso questa iniziativa, Filarmonica e UniCredit confermano il loro comune obiettivo: avvicinare la grande musica a tutti».

«E’ un grande piacere e onore – ha sottolineato Giacomo Campora, amministratore delegato di Allianz Italia – poter sostenere per il sesto anno consecutivo uno degli appuntamenti musicali più amati dai milanesi e da tutti gli appassionati della grande musica, che conferma la portata culturale del modello Milano, capace di avvicinare il grande pubblico a eventi indimenticabili e unici nel panorama internazionale. Allianz è partner della Filarmonica della Scala dal 2000 e, fin dalla sua prima edizione, sostiene insieme ad UniCredit (nostro partner strategico anche nel business) il grande Concerto gratuito per Milano».

«È un evento straordinario, organizzato con il patrocinio del Comune e reso possibile grazie al sostegno dei partner privati, uno spettacolo di altissimo livello che ogni anno attrae migliaia di spettatori nella magica cornice notturna di Piazza del Duomo – ha proseguito Campora –. Da quest’anno, soprattutto, abbiamo significativamente rafforzato il nostro impegno con la Filarmonica, prestigiosa istituzione milanese e uno dei simboli della cultura musicale italiana più apprezzati al mondo, con il rinnovo pluriennale del nostro accordo di partnership, grazie alla regia del nostro direttore generale, Maurizio Devescovi, membro del Consiglio di Amministrazione della Filarmonica della Scala».

«In questi anni, come Filarmonica, abbiamo concentrato le nostre energie sul repertorio russo romantico – ha sottolineato il maestro Chailly –. L’apice e il traguardo di questo periodo di lavoro è il programma del concerto di quest’anno. Dopo Čajkovskij, i Quadri da un’esposizione di Musorgskij nell’orchestrazione di Ravel, un brano amato dal pubblico: anche chi non conosce questa musica dopo il primo ascolto viene rapito dalla sua forza e non può più prescinderne. Ci auguriamo che ciò accada anche quest’anno in piazza Duomo».

Secondo Matusev, infine, «è una serata straordinaria che porta la musica e i suoi protagonisti fuori dai luoghi usuali, nel cuore della città. Sono davvero entusiasta di poter partecipare a questo grande avvenimento». Il pianista, dopo il trionfo nel 1998 al Concorso Čajkovskij, si è imposto tra i più brillanti interpreti del repertorio russo, esibendosi in centinaia di concerti ogni anno, anche in tournée con la Filarmonica e Riccardo Chailly.

Intermedia Channel

Related posts

Top