Connected insurance, Palamon Capital Partners investe in FairConnect

Internet of Things - Connected Insurance (Immagine Jack Moreh - Freerange Stock) Imc

Internet of Things - Connected Insurance (Immagine Jack Moreh - Freerange Stock) Imc

La società, acquisita dal fondo di private equity, ha sede in Svizzera (e presenza operativa in Italia) ed è specializzata nell’erogazione di servizi di connected car e connected home alle compagnie di assicurazione

Palamon Capital Partners – fondo londinese di private equity che investe in capitale di crescita – ha acquisito una partecipazione di maggioranza in FairConnect, società specializzata in servizi di connected insurance. Palamon e i suoi partner finanziari si sono impegnati a supportare la società con un investimento di oltre 100 milioni di Euro.

FairConnect- si legge in una nota –  è presente in Italia in due dei quattro maggiori programmi europei di connected insurance (Cattolica Assicurazioni e Generali) ed offre alle compagnie clienti “una gamma completa di servizi di “connected life” basati sulle migliori tecnologie Internet of Things (IoT), tra cui analisi dei dati, intelligenza artificiale, apprendimento automatico da dati sperimentali, smartphone utilizzati come sensori e, anche, dispositivi IoT proprietari connessi”. Questi servizi, spiegano da FairConnect, “consentono alle compagnie di analizzare i dati raccolti e di migliorare l’efficienza operativa e l’esperienza del cliente. Il risultato è la personalizzazione dell’offerta assicurativa con prodotti più mirati e convenienti. L’impiego di queste tecnologie permette alle compagnie assicurative di fornire tariffe migliori, assistere meglio i clienti nell’elaborazione delle richieste di risarcimento, garantendo anche servizi a valore aggiunto come l’assistenza in caso di incidente e di emergenza. Si stima una crescita di oltre il 20% annuo per tutto il settore della connected insurance”.

FairConnect è basata in Svizzera ed ha una presenza strategica in Italia, mercato tra i più sviluppati nell’ambito della connected insurance. Nel nostro Paese, il 15% delle polizze auto attualmente offerto utilizza queste tecnologie. E la previsione è quella di quadruplicare la penetrazione entro il 2030.

L’accordo appena siglato – prosegue la nota – prevede che FairConnect continui a essere guidata dall’attuale Chairman e CEO Carmine Carella che, insieme al suo team, è stato tra i pionieri nell’utilizzo delle cosiddette tecnologie “Machine to Machine” e “Internet of Things”, fondando nel 2001 Cobra Telematics “e contribuendo, quindi, in modo significativo al successo della telematica nel settore assicurativo”.

L’acquisizione di FairConnect “deriva dalla strategia consolidata di Palamon di investire in aziende che generano guadagni di produttività e efficienza attraverso l’acquisizione, l’interpretazione e la gestione dei dati”. Il fondo di private equity ritiene infatti, che FairConnect “rappresenti l’opportunità di supportare la rapida espansione di un’azienda, puntando a mercati in forte sviluppo attraverso crescita organica e operazioni di M&A”.

Affiancandola strategicamente nel corso degli ultimi quattro anni, Palamon “ne ha osservato l’affermazione come importante attore nel mercato telematico e del settore assicurativo connesso che sta vedendo una crescita a tassi esponenziali grazie al sempre maggiore impiego da parte delle compagnie assicurative di feed di dati in grado di migliorare l’efficienza operativa, incrementare i ricavi e garantire un’esperienza superiore ai propri clienti”.

“Sono molto lieto di collaborare con Palamon, che ci ha seguito in questi ultimi anni e che ora, con il suo ingresso nel nostro capitale, favorisce l’accelerazione della crescita globale del nostro business, sostenendoci sia nel rafforzamento delle partnership coi nostri clienti, sia nello sviluppo tecnologico, sia nella ricerca ed esecuzione di operazioni strategiche di M&A – ha dichiarato Carella –. Sono orgoglioso dei progressi che abbiamo compiuto finora e tutto il team aziendale ed io viviamo questo momento come il punto di partenza di un percorso molto impegnativo e entusiasmante”.

“La connected insurance – ha affermato Julian Carreras, partner di Palamon Capital Partners – è un settore caratterizzato da ipercrescita e siamo per questo arrivati ad un punto di svolta nella storia della fruizione di servizi connessi. Con una consolidata base di clienti blue chip e una comprovata esperienza, FairConnect è uno dei pochi attori di dimensioni considerevoli in grado di cogliere le opportunità date da un mercato in forte crescita. Palamon investe in società ad alto potenziale di crescita e, quindi, in FairConnect, che prevede di raddoppiare la propria base di utenti finali, fino a oltre 400.000 per il solo 2018. Siamo per questo lieti di collaborare con Carmine Carella e il suo team ‘pionieristico’ per accelerare l’espansione tra i mercati verticali e anche in nuovi settori”.

Intermedia Channel

Related posts

Top