CONSORZIO UNATRADING: RESOCONTO ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 10 MAGGIO 2013

Collaborazione ImcVenerdì scorso – 10 maggio – si è celebrata a Milano l’Assemblea Ordinaria del Consorzio UnaTrading, preceduta nella mattinata da un incontro-convegno sui temi della evoluzione dell’intermediazione, al quale hanno partecipato, in qualità di relatori, Claudio Demozzi, Presidente SNA, Roberto Soldati, Esecutivo Nazionale SNA e Fabrizio Callarà, Amministratore Delegato di AEC Spa Lloyd’s Coverholder.

I lavori, introdotti da una relazione del Presidente del Consorzio UnaTrading Sergio Signore, si sono svolti – si legge in una nota – all’insegna “da un lato della palese preoccupazione degli Agenti intervenuti in merito alle incertezze derivanti dalla ormai incombente fusione del marchio Toro in Generali e dall’altro dalla chiara presa di coscienza che, indipendentemente dal marchio rappresentato, il mercato richiede oggi intermediari qualificati in grado di rispondere alle molteplici esigenze della propria clientela, unico vero patrimonio delle imprese agenzia“.

Sulla scorta dei contributi dei relatori, che hanno dato una panoramica dell’evoluzione e delle potenzialità dell’intermediazione assicurativa, l’Assemblea del Consorzio, a fine lavori, ha deliberato all’unanimità di dare mandato al consiglio di amministrazione perché metta in atto “le necessarie procedure per attivare rapporti di collaborazione con altri attori del mercato – attività prevista dalla legge 221 – al fine di completare l’offerta alla propria clientela in quei rami/settori dove la compagnia generalista rappresentata non è in grado di dare adeguate risposte o dove le stesse fossero in contrasto con l’obbligo, per gli intermediari, di proporre prodotti rispondenti ai criteri di adeguatezza richiesti dal Codice delle Assicurazioni“.

Si è quindi trattato – prosegue la nota del Consorzio – di un primo passo, importante e fondamentale, “verso una scelta libera e consapevole di mettere al centro del proprio business e della propria prestazione in termini di servizio il cliente, privilegiandone il ruolo primario“.

Durante l’assemblea è stato inoltre deciso di rilanciare anche le componenti di servizio del Consorzio – conclude la nota -, “attraverso lo sviluppo di supporti informatici proprietari, necessari al libero ed autonomo svolgimento della professione, nonché la messa a disposizione dei Consorziati di un piano di formazione imprenditoriale e tecnica, libera ed indipendente, anche avvalendosi di primarie strutture professionali presenti sul mercato della formazione o di programmi formativi che potranno essere messi a disposizione dalle apposite strutture delle rappresentanze di categoria“.

Intermedia Channel

Related posts

Top