CONSUMERS’ FORUM PRESENTA IL IV RAPPORTO SULLE CONCILIAZIONI PARITETICHE

Consumers Forum - IV Rapporto Conciliazioni Imc

Consumi: circa 18mila conciliazioni paritetiche in Italia nel 2012, rimborsi per 4,7 milioni di euro

Consumers Forum - IV Rapporto Conciliazioni ImcNel 2012, il numero di domande di conciliazione paritetica è stato pari a 17.626, in aumento rispetto alle 16.895 domande rilevate nel 2011. Il dato emerge dal IV Rapporto sulla Conciliazioni (nella foto, un momento dei lavori), presentato lo scorso 12 aprile da Consumers’ Forum, associazione che riunisce le più importanti associazioni dei consumatori e le maggiori imprese italiane.

Il 69% delle domande è stato effettuato nel comparto delle telecomunicazioni, il 16% nel comparto dell’energia, l’8% in quello dei servizi postali, il 5% in quello dei trasporti e mobilità ed il 2% in quello dei servizi bancari e finanziari. Il valore complessivo dei rimborsi ottenuti dai consumatori italiani nel 2012 solo dalle procedure di conciliazione paritetica, secondo i dati pervenuti, ha superato i 4,7 milioni di euro, oltre 1,2 milioni di euro in più rispetto allo scorso anno.

Il Consumers’ Forum informa inoltre che sono stati sottoscritti 30 protocolli di conciliazione a livello nazionale, con i relativi regolamenti attuativi. Diversi anche i protocolli di conciliazione sottoscritti a livello regionale. I comparti merceologici interessati sono la Telefonia, l’Energia, i Servizi Bancari e Finanziari, i Servizi Postali, i Trasporti, le Assicurazioni, il Turismo, il Commercio ed il Condominio.

Novità inserita nel Report di quest’anno, il punto della situazione anche sui Reclami e sulle Mediazioni, altri strumenti di giustizia alternativa da potenziare, nonostante la Consulta abbia bocciato l’obbligatorietà della mediazione nelle controversie civili e commerciali.

Anche l’Europa – si legge in una nota -, con la Risoluzione del 12 marzo scorso del Parlamento Europeo che ha approvato in seduta plenaria la Direttiva ADR sulla risoluzione alternativa delle controversie e sul regolamento ODR – tra pochi giorni in gazzetta ufficiale dell’UE -, punta a consolidare i metodi di giustizia alternativa.

Fabio Picciolini, Presidente di Consumers’ Forum, ha così commentato: “La conciliazione paritetica, riconosciuta come best practice a livello europeo, è un valido strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie e come tale in costante crescita. Evita di intasare i tribunali, abbatte i costi della giustizia per il cittadino, per le imprese e per lo Stato. Dobbiamo, imprese e associazioni insieme, impegnarci per informare i cittadini della sua esistenza. Conviene a tutti”.

Imprese assicuratrici e Associazioni dei consumatori stanno lavorando insieme – ha sottolineato Giacomo Carbonari, Responsabile rapporti con i consumatori ANIAper sviluppare e diffondere la procedura di conciliazione prevista dall’accordo tra ANIA e Associazioni stesse. L’utilizzo di procedure stragiudiziali è un elemento positivo per facilitare la soluzione di controversie in tema di r.c. auto tra imprese e clienti”.

Per Francesco Avallone, vice Presidente Federconsumatori, “sul tema della sostenibilità economica delle conciliazioni paritetiche, gratuite per i cittadini ma con un costo per le associazioni di consumatori, invitiamo il Ministero dello Sviluppo Economico a mettere a regime il modello di finanziamento della conciliazioni recentemente istituito (bando di finanziamento alle AACC), contribuendo a rendere possibile una maggiore stabilità e omogeneità dello strumento, a beneficio dei consumatori. Questo fondo deve diventare il fondo di finanziamento delle conciliazioni”.

I risultati ottenuti dalla collaborazione – ha quindi concluso Picciolini – tra associazioni di consumatori e imprese dimostrano che la conciliazione paritetica è la strada da percorrere. Consumers’ Forum, attraverso una sempre maggiore professionalizzazione dei corsi di formazione per conciliatori, partecipa attivamente allo sviluppo di questo istituto”.

IV Rapporto sulle Conciliazioni

Slides relatori – Parte I

Slides relatori – Parte II

Intermedia Channel

Related posts

Top