CONVOCATA PER IL 10 DICEMBRE L’ASSEMBLEA ANNUALE DELL’ENBASS

Assicurazioni - Dipendenti Imc

E’ stata convocata per il prossimo 10 dicembre l’Assemblea annuale dell’ENBASS, ente bilaterale fra UNAPASS, SNA e OOSS, previsto dal CCNL per i dipendenti delle Agenzie in gestione libera.

A tale proposito, riceviamo e pubblichiamo una nota in merito redatta da Pier Giorgio Pistone, vice presidente del Comitato Esecutivo ENBASS:

“Finora l’Ente non ha potuto espletare le sue funzioni, prevista dagli art.3 e 4 del CCNL, in quanto le istituzioni preposte alle autorizzazioni (INPS e ENTRATE) solo a metà giugno 2012 hanno completato l’iter interno, autorizzando l’operatività del nostro Ente.

Di tale novità abbiamo dato notizia già il 5 agosto scorso (articolo su Intermedia Channel – ndr).

Principali obiettivi sono quelli di costruire, per le Agenzie e i dipendenti, una copertura sanitaria e l’assistenza in relazione al noto DL. 81 per la sicurezza sul posto di lavoro.

Il Ministero del Lavoro nel 2010 emanò una normativa sulla questione degli enti bilaterali, precisando che il datore di lavoro che non versi il contributo previsto nei CCNL per tali enti dovrà inserirlo negli emolumenti onde evitare una concorrenza sleale sul costo del lavoro.

In occasione dell’Assemblea del 10 pv si approverà anche il Regolamento dell’Ente, di cui riportiamo una parte esplicativa degli impegni previsti:

“I compiti di ENBASS saranno quelli presenti nello Statuto e/o previsti dal CCNL e dagli accordi sottoscritti dalle parti sociali a livello nazionale.

Le attività di competenza di ENBASS possono essere così sintetizzate:

1- ANALISI, RICERCHE, FORMAZIONE
a) Coordinare le attività dell’Osservatorio Nazionale previste dagli artt. 7 e 8 dello Statuto Enbass e dall’art. 4 comma 2 e 3 del CCNL.;

2 – COMMISSIONE PARITETICA NAZIONALE
Essere segreteria operativa della Commissione, in attuazione dell’art.5 del C.C.N.L., cui sono attribuiti i seguenti compiti:
a) esprimere pareri interpretativi delle norme del presente CCNL, vincolanti per le parti contraenti qualora assunte all’unanimità;
b) definire le norme operative per l’attività delle Commissioni di conciliazione territoriali;
c) esaminare le istanze delle parti per la eventuale identificazione di nuove figure professionali;
d) elaborare eventuali documenti di supporto alla successiva contrattazione di rinnovo;
e) esaminare eventuali controversie insorte in merito ai nuovi inquadramenti, esprimendo le necessarie risoluzioni.
La Commissione Paritetica Nazionale sarà convocata ogni qualvolta se ne ravvisi l’opportunità o quando ne faccia richiesta scritta e motivata una delle parti contraenti.

3- ORGANISMO PARITETICO NAZIONALE
a) Essere segreteria operativa dell’Organismo, istituito ai sensi del D.Lgs. 81/2008, con la gestione delle cedole orarie di cui all’Allegato 3 (Accordo applicativo del D.Lgs. 81/2008), assolvendo le funzioni, previste dall’intesa, inerente all’individuazione dei R.L.S./R.L.S.T. ed alla relativa formazione ed aggiornamenti.

4- PERMESSI SINDACALI
a) Gestire le cedole orarie e i rimborsi relativi ai permessi sindacali di cui all’art. 68 comma 2, del CCNL 4.2.2011.””

Intermedia Channel

Related posts

Top