Crédit Agricole Assicurazioni, nuova soluzione per i danni in agricoltura

Agricoltura - Fieno - Paglia (Foto rawpixel.com) Imc

Agricoltura - Fieno - Paglia (Foto rawpixel.com) Imc

Crédit Agricole Assicurazioni – compagnia di assicurazione del ramo danni controllata direttamente da Crédit Agricole Assurances – e Crédit Agricole Italia hanno presentato Protezione Foraggio Sat, nuovo prodotto assicurativo per il comparto agroalimentare a tutela le aziende agricole impegnate nella coltivazione di pascoli, erbai e prati, destinati alla produzione di foraggio dalla perdita di produttività determinata dai rischi climatici, quali siccità, inondazioni e tempeste, in costante crescita negli ultimi anni.

Il prodotto – si legge in una nota – si basa su un metodo di telerilevamento sviluppato in collaborazione con Airbus (costruttore europeo di aeromobili, operante anche nell’ambito delle tecnologie satellitari), che utilizza immagini dallo spazio per valutare e monitorare la produzione di foraggio sul territorio italiano. A scadenza del periodo di osservazione, “il sistema calcola l’eventuale perdita di produzione e attiva una modalità di indennizzo semplificata, che prevede il risarcimento automatico, senza bisogno di perizie e richieste da parte del cliente”.

La metodologia alla base del prodotto è stata mutuata da Pacifica, compagnia assicurativa danni di Crédit Agricole Assurances, operante sul mercato francese, che ha sviluppato la polizza Assurance de prairies attraverso un’attività di ricerca e sviluppo durata oltre cinque anni e un progetto pilota condotto con 300 coltivatori di foraggio, che hanno permesso una validazione scientifica dell’indice di perdita foraggera determinato attraverso le rilevazioni satellitari.

Protezione Foraggio Sat – prosegue la nota – “non utilizza stazioni di rilevazione meteorologiche a terra e parametri climatici (come ad esempio millimetri di pioggia o temperatura) ai quali collegare un valore di risarcimento ma, grazie al sistema satellitare, monitora l’effettiva crescita delle colture e la indicizza ad un valore standard rispetto al quale verrà calcolato l’indennizzo in caso di perdita di resa, comunicandolo in maniera trasparente e costante durante l’anno all’agricoltore assicurato. Il tutto con un livello di precisione molto elevato”.

“Protezione Foraggio Sat è un prodotto innovativo perché permette alle aziende agricole impegnate nella produzione di foraggio di concentrarsi  sull’attività produttiva esternalizzando i rischi e così facendo veicolare maggiori risorse e investimenti verso un’agricoltura più sostenibile – ha affermato Laura Brancaleoni, direttore commerciale e marketing di Crédit Agricole Assicurazioni –. Con questo prodotto, unico in Italia, il cliente agricoltore può beneficiare di vantaggi rilevanti quali: un prezzo competitivo per assicurare le colture foraggere, modalità di rimborso semplificate, che prevedono il risarcimento automatico, senza perizia e richiesta di indennizzo e la possibilità di beneficiare di una sovvenzione pubblica che abbatte fino al 65 per cento il costo della polizza”.

“Il lancio di un prodotto così innovativo nel mercato italiano rappresenta certamente una sfida importante, per la compagnia ed il gruppo bancario Crédit Agricole Italia, che hanno creduto ed investito in questo progetto. Un progetto partito circa due anni fa, con una fase accurata di studio del mercato  agricolo e dei suoi bisogni – ha evidenziato Marco Di Guida, amministratore delegato di Crédit Agricole Assicurazioni –. Protezione Foraggio Sat scaturisce dalla volontà di colmare un deficit rilevante di copertura in questo settore: ad oggi, infatti, solo l’8,7% delle aziende agricole italiane dispone di una protezione assicurativa, risultando pertanto sotto-assicurato. Il nostro obiettivo, insieme a Crédit Agricole Italia, è quello di sostenere i clienti offrendo loro gli strumenti adeguati per tutelarsi dai rischi, ma anche quello di diffondere una ‘cultura della protezione’ incentrata sulla prevenzione e sull’assistenza”.

“Il settore agricolo e agroalimentare rappresenta per Crédit Agricole Italia un comparto strategico nel quale vantiamo un know how specialistico che ci pone come un punto di riferimento per tutte le filiere – ha spiegato Gianluca Bisognani, responsabile direzione marketing e digital di Crédit Agricole Italia –. Abbiamo alle spalle la forza dell’intero Gruppo Crédit Agricole e delle sue società che coprono tutti i segmenti di business. Per questo insieme a Crédit Agricole Assicurazioni abbiamo costruito una soluzione innovativa per rispondere ad un bisogno fondamentale delle aziende agricole: dare stabilità e sicurezza ad un’attività per sua natura soggetta a variabili non sempre prevedibili. L’innovazione è fondamentale anche nel settore agricolo: l’agricoltura 4.0 è ormai una realtà in tutta Italia. Il mercato è sempre più presidiato da soggetti emergenti e startup che propongono sistemi digitali e servizi di consulenza tecnologica per ottenere controllo dei costi, aumento della qualità della produzione e migliorare la tracciabilità. Una soluzione assicurativa capace di sfruttare la digitalizzazione è veloce, efficace ed efficiente. Conferma la capacità innovativa di Crédit Agricole, l’attenzione per il cliente e la nostra expertise per la filiera agricola e agroalimentare”.

“La messa a piano di questa polizza – ha concluso Di Guida – è motivo di grande soddisfazione per tutti noi, essendo stati i primi sul mercato a realizzare un prodotto di così elevato contenuto tecnologico, grazie alla collaborazione con Airbus, ed alla expertise dei nostri colleghi Francesi, pionieri in questo settore”.

Protezione foraggio-Sat è distribuita in tutte le filiali di Crédit Agricole Italia, “che vanta al suo interno una rete di specialisti agri-agro che erogano una consulenza competente e mirata a supporto degli oltre 60 gestori dedicati alla filiera agricola e agroalimentare”.

Intermedia Channel

Related posts

Top