CRONACHE DAL CONVEGNO GALBUSERA – VERONA, 11 APRILE

Fondazione Severo GalbuseraEsaurito ogni ordine di posti all’Auditorium Bisoffi presso la sede di Cattolica Assicurazioni per il Convegno organizzato dalla Fondazione Galbusera dal titolo “Responsabilità sanitaria: Diritto e Assicurazione”, tanto da spingere il suo Presidente Paolo Capogrossi nei saluti iniziali a ricordare come, data l’affluenza, una sede ancora più capiente sarebbe stata più opportuna.

La grande partecipazione è parsa però giustificata dall’attualità del tema e dal nutrito parterre di relatori altamente qualificati che in un pomeriggio fitto e intenso hanno sviscerato le problematiche relative alla responsabilità in campo sanitario.

Terminati i saluti dell’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luigi Coletto, Giulio Ponzanelli, chairman e “metronomo” del Convegno ha introdotto brillantemente il tema convenendo in un ipotetico giudizio i protagonisti alla ricerca di un potenziale “colpevole”: strutture sanitarie, medici, giuristi, assicuratori, giudici, pazienti, legislatore e scandendo con puntuale rispetto dei tempi il succedersi degli interventi.

Daniele De Strobel, direttore scientifico della Fondazione, ha sottolineato gli ambiti di individuazione della responsabilità civile in campo sanitario e Massimo Antonarelli, direttore tecnico aziende, rischi speciali e riassicurazione di Cattolica Assicurazioni, ha riepilogato le motivazioni che hanno portato ad una vera e propria fuga dal rischio sanità le imprese italiane.

Rosanna Breda, ricercatrice dell’Università di Brescia e Giacomo Travaglino, Magistrato di Cassazione, sono entrati nello specifico affrontando il problema giuridico della responsabilità medica e del suo inquadramento (contrattuale od extra contrattuale?) alla luce della recente legge Balduzzi esaminando pronunce giurisprudenziali diametralmente opposte e significative di sensibilità diverse in relazione al cd. “contatto sociale”.

L’avv. Lucia Poli si è poi occupata dei profili penali, civili, amministrativi e disciplinari di quella categoria particolare di dipendente pubblico che è il medico – dipendente di un’azienda sanitaria, analizzandone i profili applicativi, mentre Luigi Mastroroberto, medico legale vice presidente dell’associazione Melchiorre Gioia, ha sottolineato l’importanza di affrontare la questione della responsabilità sanitaria all’interno di un quadro generale ed equilibrato che porti all’emanazione di un Codice della Responsabilità Medico – Sanitaria.

L’avv. Samuele Marinello ha richiamato l’attenzione sull’importanza chiave del controllo del rischio clinico attraverso la formazione preventiva del personale sanitario con particolare riguardo alle modalità di espletamento dell’obbligo di raccolta del consenso informato.

Il prof. Avv. Fabio Maniori, responsabile del servizio legale e compliance di Ania, ha fornito una dotta analisi del regolamento di attuazione del decreto Balduzzi soffermandosi sui Fondi previsti e destinati a garantire coperture assicurative per alcune categorie di rischio professionale in campo sanitario mentre l’avv. Filippo Manassero, responsabile affari legali di Reale Mutua, ha riepilogato la posizione delle imprese di assicurazione di fronte al rischio sanitario analizzandone i comportamenti assicurativi anche attraverso l’ analisi dei prodotti offerti. Guido De Spirt, amministratore delegato di Willis Italia, ha poi evocato l’esperienza fatta da Willis in Gran Bretagna in tema di trasferimento assicurativo del rischio e di gestione manageriale del processo.

La conclusione dei lavori è stata affidata all’on. Prof. Renato Balduzzi, già Ministro della Salute ed estensore della Legge che porta il suo nome, che in una sala ancora gremita nonostante l’ora ha risposto agli interrogativi posti durante le relazioni e ha lanciato alla platea un messaggio importante ricordando come nel nostro Paese nel quale la competenza giuridica è un’eccellenza il sistema sanitario sia centrale ritenendo che in tema giuridico – sanitario l’Italia possa essere, per questo, leader mondiale.

Come di consueto, i lavori del convegno saranno pubblicati per i tipi dell’editore Giuffrè.

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. intermediario deluso said:

    Bellissimo Convegno. Partecipato e molto tecnico. Aspettiamo gli atti . Di spessore la relazioni e le conclusioni dell’ ex Ministro. Bravi.

Comments are closed.

Top