D.A.S. SOSTIENE L’ASSOCIAZIONE DIFFERENZA DONNA

Differenza DonnaLa compagnia del Gruppo Generali sostiene l’associazione nel difficile progetto di proteggere donne e bambini da situazioni di violenza

La violenza contro le donne è un problema sociale molto forte. Per questo, D.A.S. – Compagnia del Gruppo Generali specializzata nella tutela legale – ha deciso di offrire il proprio sostegno all’associazione Differenza Donna che si impegna a supportare quotidianamente donne e bambini che escono da situazioni di violenza.

Differenza Donna è un’associazione internazionale – si legge in una nota  – che lavora “con convinzione affinché in Italia e in ogni Paese la violenza venga vinta, ritenendo le donne una grande risorsa sociale, la cui dignità e i cui diritti devono essere rispettati e tutelati. Diverse figure professionali lavorano ogni giorno nei centri di Differenza Donna (psicologhe, giuriste specializzate, assistenti sociali, medici, educatrici, etc.), affinché diventino luoghi di rinascita per tutte le donne che hanno subìto violenza”.

La violenza sulle donne è un problema sociale che deve essere affrontato con la massima serietà e sostegno – dichiara Roberto Grasso, Amministratore e Direttore Generale di D.A.S. SpA. –. Con questa profonda convinzione, ci fa molto piacere poter dare il nostro contributo all’associazione Differenza Donna che promuove importanti iniziative a favore di queste persone che hanno un grande bisogno di protezione e sicurezza, ma anche di solidarietà”.

Il sostegno di realtà come quella di D.A.S. – aggiunge Luigia Barone, vicepresidente dell’Associazione – deve rappresentare un esempio virtuoso che testimonia come ogni cittadino, singolo o associato, possa scegliere di farsi carico di un fenomeno culturale e sociale che, ancora oggi, rappresenta una delle principali cause di morte e di invalidità delle donne in tutto il mondo”.

Questo gesto di solidarietà è per noi molto importante – prosegue Barone – perché le molteplici attività portate avanti da Differenza Donna che implementano i servizi a tutela delle donne e dei minori, offerti dai centri anti-violenza, dagli sportelli anti stalking e da numerosi altri sportelli, richiedono importanti risorse economiche al fine di riuscire a garantire l’accoglienza necessaria alle oltre 2000 donne in difficoltà che ogni anno si rivolgono all’associazione”.

La nostra Compagnia pone sempre molta attenzione sui principali bisogni sociali – conclude Grasso –. Crediamo che le donne e i loro bambini non solo meritino di ottenere giustizia, ma abbiano soprattutto il diritto di sentirsi protetti ed adeguatamente assistiti nel momento del bisogno”.

Intermedia Channel

Related posts

Top