Daniele de Strobel nel ricordo di Mauro Galbusera

Lutto (4) Imc

Lutto (4) ImcRiceviamo e volentieri pubblichiamo un ricordo di Daniele de Strobel, assicuratore e giurista recentemente scomparso, da parte di Mauro Galbusera, vicepresidente della Fondazione Galbusera di cui de Strobel è stato direttore scientifico

Non è facile ricordare in poche righe una figura così complessa e ricca come quella di Daniele de Strobel. Cercherò di farlo con l’affetto e la gratitudine che porto per lui, riportando anche ricordi personali.

La sua vita è stata molto lunga e viva per 95anni, accompagnata da una mente sempre aperta, curiosa e disponibile all’ascolto.

Per chi non l’avesse conosciuto, stiamo parlando di un gigante delle assicurazioni e del diritto assicurativo, eminente studioso della Responsabilità Civile. Il suo libro sulla responsabilità civile, più volte aggiornato, è un classico della dottrina di settore. La sua attività pluriennale in ANIA (ed in Europa), come responsabile della sezione tecnica di RC, lo ha visto introdurre nel nostro sistema la RC Prodotti e la RC Inquinamento.

Agli albori della mia carriera, da aspirante agente, nella sua qualità di vice direttore generale di Cattolica, di cui aveva la responsabilità tecnica e commerciale mi dedicava ore del suo tempo per sciogliere i miei dubbi sulla nuova normativa europea sulla responsabilità civile prodotti e sulla risposta di copertura assicurativa, senza mai manifestare impazienza, lasciandomi uscire dal suo ufficio solo quando era certo che avessi capito bene. E’ molto raro trovare persone così appassionate della propria materia che sappiano conciliare qualità manageriali, quale la rapidità delle decisioni, alle riflessioni più articolate dello studioso.

Il suo impegno è continuato dopo la quiescenza come professore a contratto all’Università di Parma e come autore di articoli e commenti giurisprudenziali.

Dal 2011 è divenuto, su invito dell’allora presidente Paolo Capogrossi, direttore scientifico della Fondazione Severo Galbusera, centro studi sull’intermediazione assicurativa, promossa da UNAPASS per ricordare la figura di mio padre, a 23 anni di distanza dalla sua morte.

Ha accettato con entusiasmo di ricoprire il ruolo offerto, portando in Fondazione la collaborazione di alcuni tra i più importanti giuristi e magistrati italiani, permettendo così di onorare al meglio la figura di mio padre, da lui ben conosciuto, come d’altra parte mio nonno Giacomo.

Sotto la sua direzione la casa editrice Giuffré ha pubblicato gli atti di quattro convegni di rilevanza nazionale.

La personalità di Daniele de Strobel è altrettanto ricca sotto il profilo umano. Ha costruito assieme, a sua moglie una famiglia molto unita.

Era un uomo decisamente assertivo, diceva sempre quello che pensava, talvolta poteva sembrare duro nella sua determinazione, ma sempre rispettoso e attento ai punti di vista altrui e mai aggressivo.

Era anche un poeta, in tutta la sua vita ha scritto poesie. Negli ultimi tempi ne scriveva una al giorno.

La sua musa ispiratrice è sempre stata la sua cara moglie Irene, che ha amato con una intensità rara per i nostri tempi. In calce a questo ricordo mi fa piacere allegare una poesia scritta poco prima della sua morte.

Ma questo amore così intenso non deve far pensare ad una vita malinconica nel rimpianto di quanto perduto. Ricordo la serenità, animata anche dalla sua grande fede, con la quale ha accettato la morte della sua cara Irene e l’equilibrio che ha dimostrato verso i corsi dell’esistenza.

Daniele era anche un buongustaio, mi suggeriva spesso nuovi locali da provare in giro per l’Italia.

Sapeva godersi la vita. La sua tavola era sempre apparecchiata come se fosse festa anche se era da solo, e ogni tanto si concedeva, fino ai 94 anni, una cenetta al ristorante ordinando sei ostriche, un primo piatto ed il dolce, annaffiando il tutto con un paio di buoni bicchieri di champenoise.

Questo era per me Daniele de Strobel, un uomo che ha avuto una vita piena, in cui ha saputo esprimere se stesso con passione e soddisfazione, da prendere come esempio.

Mauro Galbusera


Dalla tua felicità – di Daniele de Strobel


Intermedia Channel

Related posts

Top