DANNI SISMA: “RIBADIAMO IL NO AL DISIMPEGNO DELLO STATO”

«Il Governo non può permettere alle assicurazioni di arricchirsi a danno dei cittadini che hanno vissuto questo dramma», dice Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori.

«Di fronte alla grave tragedia che ha colpito nuovamente l’Emilia, riportando gravi perdite umane e danni, ribadiamo ancora con maggior vigore l’assoluta necessità di cancellare il provvedimento che prevede il mancato risarcimento da parte dello Stato in caso di calamità naturali». È quanto si legge in un comunicato diramato da Federconsumatori.

«L’estrema gravità del momento richiede la totale vicinanza e sostegno dello Stato alle popolazioni colpite dal sisma. Il Governo non può in alcun modo “lavarsene le mani”, permettendo, per di più, alle assicurazioni di arricchirsi a danno dei cittadini che hanno vissuto tale dramma», ha dichiarato il presidente Rosario Trefiletti (nella foto).

«È impensabile, infatti, lasciare in mano alle assicurazioni private tali risarcimenti, rendendo obbligatorie le polizze sulle calamità naturali. Come già affermato, questo vorrebbe dire creare un’immensa disparità tra i cittadini, con costi improponibili per assicurare le abitazioni che si trovano in aree sismiche e costi più bassi per chi abita in aree non a rischio».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top