DARAG, accordo per rilevare il portafoglio Danni italiano di DONAU Versicherung

DARAG HiRes

DARAG HiResLa compagnia specializzata nella gestione di attività dismesse prenderà in carico l’intero ramo d’azienda dell’impresa austriaca (compresi dipendenti e rapporti con gli intermediari), che chiuderà la propria filiale italiana

DARAG Group, realtà operante anche nel mercato del run-off assicurativo (c.d. “legacy”), ha annunciato di aver raggiunto intese per l’acquisizione di un portafoglio italiano rami Danni, costituito prevalentemente da polizze Rc Auto, detenuto da DONAU Versicherung. L’operazione è soggetta all’autorizzazione delle Autorità locali di riferimento.

L’operazione – si legge in una nota – prevede il trasferimento a DARAG Italia di un ramo d’azienda relativo alle attività di DONAU nel nostro Paese. Gli attuali dipendenti ed intermediari italiani della compagnia austriaca (parte di Vienna Insurance Group) verrebbero ricollocati in DARAG Italia, società che già gestisce un portafoglio di prodotti non-Vita. Il trasferimento potrà inoltre consentire a DONAU la chiusura della sua filiale italiana costituendo, per DARAG Italia, la prima operazione di questo tipo sul nostro mercato.

“L’Italia è un mercato fondamentale per DARAG, che ha una capacità senza pari nell’offrire alle aziende locali e straniere soluzioni che permettano loro un’uscita totale o parziale da attività non strategiche – ha dichiarato Tullio Ferrucci, amministratore delegato di DARAG Italia –. Siamo entusiasti di essere parte fondamentale dell’espansione e della crescita di DARAG nel proporre soluzioni di run-off, qualunque siano le dimensioni e lo scopo richiesti”.

“L’impegno ad investire 260 milioni di euro assunto da parte di Aleph e Crestview a luglio 2018 al fianco di Keyhaven Capital Partners (azionisti da lungo periodo) e l’espansione negli Stati Uniti e nelle Bermuda hanno segnato un nuovo entusiasmante capitolo per DARAG – ha aggiunto Tom Booth, CEO di DARAG Group –. Iniziare il 2019 annunciando un’operazione così importante è estremamente soddisfacente e dimostra la nostra capacità di convertire in operazioni concrete una pipeline in continua crescita di offerte di gestione di run-off”.

“La nostra esperienza nei mercati europei rimane impareggiabile e continuiamo a sfruttare il nostro punto di forza, ovvero la capacità di offrire soluzioni flessibili di gestione del capitale anche per i più complessi portafogli in run-off – ha proseguito Booth –. L’Italia è l’esempio di un Paese in cui la nostra capacità di fornire una soluzione prettamente locale è fondamentale per il raggiungimento del successo e per i potenziali clienti. Questa operazione è significativa, rappresentando la prima del suo genere nel mercato italiano avente ad oggetto rischi italiani. Ci aspettiamo di poter fare sempre più leva sulla nostra specifica piattaforma, anche in considerazione della continua apertura del mercato a soluzioni di run-off. È molto importante per noi essere stati individuati quali partner di DONAU nelle loro attività di ritiro dal mercato italiano, offrendo benefici sia di capitale sia operativi”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top