Ddl concorrenza, Marino: «Arrivano gli sconti sulle Rca e le società in farmacia»

Salvadanai - Concorrenza Imc

Salvadanai - Concorrenza Imc

Il relatore del disegno di legge: tariffe più basse per i cittadini. A metà mese esame al Senato

«Questa legge aumenta la concorrenza in tanti settori». Il senatore Luigi Marino (Area popolare – Ncd), uno dei due relatori del ddl concorrenza (insieme al collega Salvatore Tomaselli del Pd), fa il punto sul provvedimento che sarà votato in Senato intorno al 15 marzo, prima del varo definitivo alla Camera.

Il disegno di legge, presentato il 20 febbraio del 2015 in Consiglio dei ministri, ha subito molte modifiche in Parlamento: colpa delle lobby?

«No: ci sono stati anche scontri politici, ma ora il testo è all’esame del Senato per le ultime piccole modifiche, compreso l’inserimento di un emendamento “anti scorrerie”, proposto dal ministro Calenda dopo la scalata di Vivendi a Mediaset: chi acquista azioni di società quotate dovrà dichiarare le sue intenzioni».

Cosa cambia in farmacia?

«Non solo un farmacista, ma anche una società di capitali potrà acquistare una farmacia e per evitare monopoli e eccessive concentrazioni, abbiamo fissato un tetto di mercato su base regionale del 15%. Così si potrà modernizzare il settore».

Nel ddl ci sono novità importanti sulle assicurazioni.

«Per evitare le frodi e abbassare le tariffe Rc auto è stata introdotta la scatola nera, che avrà valore di prova in tribunale. E gli automobilisti virtuosi, che non fanno incidenti per almeno 5 anni, avranno sconti anche se vivono in zone a rischio truffe, nelle quali la media delle tariffe è più alta della media nazionale».

Nuove regole anche per avvocati e notai.

«Gli avvocati avranno l’obbligo di fare il preventivo. E per i notai potranno lavorare su base regionale».

Quali novità nel settore energetico?

«Il mercato sarà totalmente libero dal 1° luglio 2018: così le bollette di gas e acqua per oltre 20 milioni di cittadini saranno meno care e ci sarà più concorrenza».

Related posts

Top