Ddl Concorrenza, tacito rinnovo e disinformazione

Assicurazioni - Domande - FAQ (4) Imc

Assicurazioni - Domande - FAQ (4) Imc

Partiamo dalla fine: l’ultima versione del Ddl Concorrenza, attualmente all’esame della Camera dei Deputati, non contiene alcun emendamento che modifichi l’articolo 170-bis del Codice delle Assicurazioni, reintroducendo il tacito rinnovo per tutte le polizze dei rami Danni ed abrogando quanto stabilito a suo tempo dal Governo Monti con il Dl 179/2012 (poi convertito nella legge 221/2012) in materia di contratti Rc Auto.

Nonostante quanto si sia letto in maniera del tutto inesatta ed impropria – sia sulle versioni cartacee che web di diverse testate non specializzate – o sentito, anche in telegiornali a diffusione nazionale, nel corso degli ultimi giorni, non vi è quindi alcuna modifica al testo “peggiorativa” rispetto a quanto previsto finora.

Visto che intendiamo fare chiarezza una volta per tutte, vi indichiamo di seguito i riferimenti ufficiali relativi a quanto contenuto nell’ultima versione del Ddl proprio nella parte che riguarda il tacito rinnovo:

Nella scheda ufficiale redatta dalla Camera dei Deputati (Temi dell’attività parlamentare / Speciale Provvedimenti / La legge annuale sulla concorrenza), consultando il paragrafo Assicurazioni e fondi pensione, si giunge a quanto prevede il comma 25 del provvedimento attualmente in discussione alla Camera dei Deputati:

Il principio della durata annuale del contratto RC auto e del divieto di rinnovo tacito si applica anche ai contratti stipulati per i rischi accessori (ad es. incendio e furto), nel caso in cui la polizza accessoria sia stata stipulata in abbinamento a quella della RC auto (con lo stesso contratto o con un contratto stipulato contestualmente). Nel corso dell’esame al Senato è stato previsto che le polizze assicurative ramo danni di ogni tipologia, alla loro scadenza, non possono essere rinnovate tacitamente; successivamente, nel corso dell’esame alla Camera presso le Commissioni riunite VI e X, tale disposizione è stata eliminata.

“Tale disposizione è stata eliminata” non significa quindi che sia stato inserito un emendamento abrogativo di quanto stabilito dall’articolo 170-bis del Codice delle Assicurazioni, ma solo che il provvedimento in esame non contiene più il seguente emendamento inserito in precedenza al Senato: “al comma 1 (del citato art. 170-bis del Codice delle Assicurazioni, ndIMC) è premesso il seguente: «01. Le polizze assicurative del ramo danni di ogni tipologia, alla loro scadenza, non possono essere rinnovate tacitamente»”.

Le ulteriori indicazioni al riguardo sono contenute sia nel resoconto parlamentare della seduta del 22 giugno delle Commissioni riunite Finanze e Attività Produttive della Camera (a pag. 16 si trovano gli emendamenti al testo uscito dal Senato approvati dalla Commissioni) sia nel documento integrale del Ddl trasmesso alla Camera per l’esame e l’eventuale approvazione (il testo così modificato dovrà poi tornare al Senato).

Alle pag. 41 e 42 di quest’ultimo si trova la tabella con le tre colonne riguardanti, rispettivamente, il testo dell’articolo 12 del Ddl approvato dalla Camera dei Deputati, quello modificato dal Senato della Repubblica e la nuova versione uscita dalle Commissioni parlamentari.

In quest’ultima si legge testualmente:

All’articolo 170-bis del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, è aggiunto, in fine, il seguente comma: «1-bis. La risoluzione di cui al comma 1 (divieto di tacito rinnovo per le polizze RCA, ndIMC) si applica anche alle assicurazioni dei rischi accessori al rischio principale della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli, qualora lo stesso contratto, ovvero un altro contratto stipulato contestualmente, garantisca simultaneamente sia il rischio principale sia i rischi accessori».

Speriamo quindi di aver chiarito definitivamente a tutti i nostri lettori, in queste righe, il reale contenuto di quanto prevede attualmente il testo del Ddl Concorrenza. Senza creare ingiustificati allarmismi e soprattutto indicando con precisione (dalle fonti ufficiali) quanto affermiamo.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top