DEMOZZI (SNA): “CON SNIASS SOLO UN INCONTRO INFORMALE”

Claudio Demozzi primo piano

Dopo la pubblicazione dell’articolo “Prove di accordo tra SNA e SNIASS” e il primo round di commenti al riguardo, abbiamo raggiunto il presidente SNA Claudio Demozzi (nella foto), che ci ha fornito il proprio quadro della situazione in merito a questa possibile nuova collaborazione tra associazioni di categoria.

Presidente Demozzi, avrà letto il nostro articolo e i commenti che si sono susseguiti negli ultimi giorni. “Prove di accordo” tra SNA e SNIASS oppure “accordo fatto”?

Ho incontrato recentemente il presidente di SNIASS Maurilio Traetto. L’incontro è avvenuto presso la sede SNA alla presenza di altri colleghi. Abbiamo parlato di molte cose e su alcune considerazioni, come spesso accade tra addetti ai lavori, ci siamo trovati sulla medesima lunghezza d’onda. Tutto qui. Certo, il confronto è sempre una risorsa e va sempre incentivato. Ci sarà tempo per valutare se questo confronto con SNIASS potrà ripetersi ed in quali tempi e luoghi. Se questo incontro cordiale ed informale è stato interpretato da SNIASS come qualcosa di diverso, e cioè quale prova di dialogo o di accordo, per noi non è stato nulla di ciò, ma semplicemente una prima reciproca conoscenza.

Traetto ha scritto di un accordo quadro da presentare entro dicembre…

Non ne so nulla. Penso si tratti di un’iniziativa unilaterale interna a Sniass che non ci vede coinvolti. Certamente da seguire con la dovuta attenzione, ma non è una nostra iniziativa.

Alcuni mesi fa, però, SNA ha parlato di un accordo quadro con i subagenti.

Sì, in occasione della nascita di una nuova Associazione sindacale dei subagenti. E’ nostro desiderio valutare la possibilità futura di addivenire ad un accordo quadro di riferimento, con gli Intermediari iscritti alla sezione E del RUI. Abbiamo proprio ieri costituito il Gruppo di Lavoro Subagenti (cioè rapporti con i subagenti), che tra l’altro ha il compito di investigare su quante e quali Associazioni siano oggi in grado di rappresentare questa categoria lavorativa e con quante e con quali rapportarci per intavolare un primo confronto sul tema. Il punto di partenza non può che essere il “libro verde” a suo tempo diramato da SNA.

Intermedia Channel

Related posts

Top