DISMISSIONI UNIPOLSAI: NO AD AGEAS, SUBENTRA ALLIANZ?

Allianz - Solo LogoIn un comunicato congiunto diffuso questa sera, i cda di Unipol Gruppo Finanziario e di UnipolSai annunciano di aver deliberato come non accettabile l’offerta ricevuta lo scorso 19 dicembre da Ageas per l’acquisizione delle attività assicurative e degli asset oggetto della procedura di dismissione avviata nel 2013 a seguito della fusione intercorsa tra i gruppi Unipol e Fondiaria Sai.

Il comunicato diffuso dai due cda segnala però come sia giunta nella giornata di ieri da parte di Allianz un’ulteriore proposta per l’acquisizione di alcune attività assicurative della ex Milano Assicurazioni, oggi parte di UnipolSai.

A questo riguardo – si legge nel comunicato –, sono stati avviati gli “iter procedurali propedeutici a consentire ai competenti organi deliberanti di assumere le opportune deliberazioni in merito a detta offerta, in occasione delle riunioni appositamente convocate per il prossimo 21 gennaio, per poi procedere alla negoziazione e finalizzazione di accordi vincolanti”.

Sulla base delle valutazioni effettuate dal management del Gruppo, la proposta ricevuta da Allianz, pur non comparabile in termini di struttura e di perimetro con quanto in precedenza ricevuto da altri offerenti – ha dichiarato l’Amministratore Delegato Carlo Cimbripresenta adeguate caratteristiche di congruità per UnipolSai ed è idonea a consentire al Gruppo Unipol di adempiere alle misure, particolarmente rigorose, impartite dall’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato). La proposta sarà pertanto sottoposta con parere favorevole all’attenzione dei competenti organi deliberanti”.

Intermedia Channel

Related posts

3 Comments

  1. gianni said:

    …assurdo…come si può pretendere di avere un mercato liberalizzato quando c’è una concentrazione di premi che non ha eguali in Europa…si continuano ad emettere provvedimenti dirigisti senza basi tecniche e/o con sconti obbligatori contrari alla libera impresa oppure con teoriche “aperture” a valle della filiera (vedi la libertà di collaborazione tra agenti dopo il plurimandato) e poi si autorizzano ulteriori concentrazioni di portafogli a “monte” ( vedi le recenti vicende Generali/Ina e Unipol/Sai) ???
    Adesso siamo veramente alla farsa…si respinge l’offerta Ageas e si parla di Allianz, altro colosso del mercato…Se il prof. Pitruzzella è una persona seria, questo è il momento di dimostrarlo…dopo 18 mesi mi dici che l’unica offerta pervenuta non è congrua??? SANZIONE PECUNIARIA, intanto, e poi ragioniamo per chiudere questa penosa vicenda in tempi strettissimi…sarò malpensante ma credo che se l’AGCM irrogasse una sanzione pesante per ogni giorno di ritardo, la vendita si perfezionerebbe in tempi molto molto molto brevi…

    • Mobius said:

      Incredibili i commenti.
      Ma cosa vuol dire concentrazioni di premi??
      Tu non hai idea cosa voler dire essere e lavorare in una grande compagnia??
      Innanzitutto per noi il mercato e’ più piccolo perché ovviamente non possiamo contattare clienti del gruppo .
      Inoltre le tariffe adottate sono per forza alte e rigide.
      I rapporti con la direzione avvengono attraverso mezzi tecnologici perché il rapporto diretto e’ inibito per i gran numero di agenti.
      Le risposte ai casi particolari o a richieste di deroghe (raramente concesse) vengono date in tempi lunghi.
      E chi lavora per una piccola compagnia si lamenta??
      E poi ha mai pensato a quegli agenti che saranno costretti contro la loro volontà a cambiare compagnia e la loro vita??
      Sai quanti clienti perderanno e che lavoro enorme ( e non retribuito ) in più che dovranno effettuare??
      Pensate ai fatti vostri e a lavorare

Comments are closed.

Top