DOPO GLI AGENTI TORO, ANCHE GLI AGENTI LLOYD ITALICO DIFENDONO LA PROPRIA IDENTITA’

GAAG HiRes

Effetto domino sui Gruppi Agenti di Assicurazioni Generali a seguito dell’avvio del piano di riorganizzazione delle attività assicurative per l’Italia. Grande preoccupazione emerge infatti dal XXIV Congresso degli agenti di assicurazione del GAAG Lloyd Italico circa i progetti di fusione ed integrazione presentati dalla capogruppo Generali. Appoggio unanime alla giunta e al presidente del gruppo Antonio Canu ma con un mandato preciso: chiedere formalmente gli atti dell’operazione che prevede la fusione delle compagnie e dei brand del Gruppo Generali; difendere l’identità, la storia e i valori degli agenti iscritti al gruppo Lloyd Italico; costituire e rendere operativa, sottoscrivendo mandati assicurativi con più compagnie, una propria autonoma società di intermediazione assicurativa al servizo degli agenti Lloyd Italico

Nei giorni 1 e 2 marzo 2013 si è tenuto a Roma il XXIV Congresso degli Agenti del GAAG Lloyd Italico convocato in forma “straordinaria”. All’ordine del giorno un solo argomento: il piano di integrazione per l’Italia della capogruppo Generali che prevede, tra l’altro, la confluenza dei brand e delle Compagnie attualmente controllate (Generali, Ina, Assitalia, Alleanza, Genertel, Genertellife, Toro, Augusta e Lloyd Italico) in una unica newco. Alla fine del processo, già avviato, sopravviveranno solo tre Compagnie: Generali, Genertel e Alleanza.

«La preoccupazione degli Agenti iscritti al GAAG Lloyd Italico (oltre il 90% di tutti gli Agenti della Compagnia) – ha dichiarato il Presidente del GAAG Antonio Canunon è legata solamente alla scomparsa del brand Lloyd Italico (96 anni di storia, 183 Agenzie, 220 Agenti e 400 milioni di Euro di raccolta) ma ai rischi che l’integrazione potrebbe generare sia sul mantenimento del numero e della distribuzione territoriale delle Agenzie Lloyd Italico attualmente presenti in tutte le regioni d’Italia che sulle modifiche delle politiche commerciali e di prodotto che potrebbero venir imposte da Generali che si caratterizza per una rete distributiva molto diversa dalla nostra per organizzazione agenziale, approccio alla vendita, tipologia di portafoglio e dimensioni».

La rete agenziale degli Agenti Lloyd Italico – rete distributiva mediamente molto giovane, ma costituita da moltissimi Agenti di seconda e, in alcuni casi, di terza generazione – si caratterizza per la presenza capillare ed il forte legame con il territorio e per la altissima fidelizzazione della propria clientela.

«Quella del Lloyd Italico, forse per le vicende che hanno caratterizzato la sua storia, più che di una rete distributiva è una “comunità di Agenti” molto unita e straordinariamente solidale – ha proseguito Canu – che condivide il medesimo “stile” nell’approccio alla attività assicurativa, una particolare relazione con la clientela ed il medesimo codice etico. Un sodalizio di professionisti altamente qualificati che, dalla più piccola alla più grande Agenzia, si propongono da quasi cento anni sul mercato in un modo unico ed originale. Non necessariamente migliore o peggiore di altri, semplicemente diverso. E la diversità, oggi più che mai nelle mutate condizioni del mercato, crediamo sia qualcosa che vada tutelato perché produce valore per gli Agenti, per i Clienti e per la Compagnia».

L’Assemblea del Gruppo Agenti Lloyd Italico collettivamente, nonché personalmente ogni Agente, alla fine del Congresso straordinario dell’1 e 2 marzo 2013 ha dunque e per quanto sopra conferito mandato scritto e irrevocabile al presidente GAAG al fine di:

  • seguire, nell’interesse collettivo e particolare e con ogni mezzo che sarà ritenuto opportuno la procedura di fusione per incorporazione in oggetto acquisendo ogni atto correlato e conseguente al processo di integrazione delle Agenzie Lloyd Italico;
  • di tutelare, con ogni mezzo e con ogni forma che sarà ritenuta opportuna e necessaria, l’identità, la storia e i valori degli Agenti iscritti al GAAG Lloyd Italico, delle Agenzie Lloyd Italico e del Gruppo Aziendale Agenti Generali Lloyd Italico;
  • di costituire immediatamente una Società di servizi del GAAG Lloyd Italico nella forma di Srl a socio unico individuando tale socio nel GAAG Lloyd Italico, da denominarsi “GAAG Service Srl” nei modi e con i contenuti statutari e gli scopi sociali che saranno ritenuti opportuni e che la GAAG Service Srl si adoperi inoltre, fin dalla sua costituzione, perché tale Società possa esercitare attività di intermediazione assicurativa compiendo tutti gli atti e gli adempimenti di legge necessari a tale scopo e procedendo poi a sottoscrivere mandati con Compagnie di Assicurazione al fine di esercitare la su citata attività di intermediazione assicurativa al servizio degli Agenti iscritti al GAAG Lloyd Italico.

Intermedia Channel

Related posts

Top