EMENDAMENTI A IMD2: MAGGIORE INFORMAZIONE, CONSULENZA E TUTELA PER I CONSUMATORI

Parlamento Europeo - Aula Bruxelles Imc

Parlamento Europeo - Aula Bruxelles ImcIn considerazione degli emendamenti alla revisione dell’attuale direttiva europea sull’intermediazione assicurativa votati nella giornata di mercoledì 26 febbraio dal Parlamento Europeo, nel prossimo futuro l’acquisto di prodotti assicurativi da parte dei consumatori dovrebbe diventare più semplice e sicuro. I deputati hanno infatti emendato le norme sulla modifica della direttiva attuale, che introduce obblighi di informazione comuni per i diversi canali di distribuzione.

Informazioni chiare

Prima della sottoscrizione di un contratto assicurativo, gli acquirenti dovranno ottenere una serie di informazioni standard sul tipo di assicurazione, sugli obblighi derivanti dal contratto, sui rischi assicurati ed esclusi, sui mezzi di pagamento e sui premi relativi, in un linguaggio semplice e facilmente comprensibile. Gli acquirenti dovranno anche essere informati riguardo il costo complessivo del contratto, incluse eventuali quote di consulenza e servizi. Gli intermediari saranno tenuti a fornire i propri dati identificativi e a dichiarare chiaramente al cliente qualsiasi conflitto di interesse.

Gli Stati membri dell’Unione Europea potranno inoltre richiedere agli intermediari di rendere pubbliche le informazioni relative a remunerazione, imposte, commissioni ed ulteriori benefit non monetari percepiti.

Soddisfare le esigenze dei clienti

Tutti i soggetti distributori del settore assicurativo dovranno essere registrati presso l’Autorità competente del proprio Stato membro d’origine e la loro struttura di addetti e collaboratori dovrà ricevere un livello di formazione adeguato a soddisfare richieste e bisogni degli acquirenti. Gli intermediari dovranno quindi essere coperti da assicurazioni di Rc professionale con massimale minimo di 1.250.000 Euro, in modo da poter fronteggiare eventuali rivendicazioni di negligenza professionale.

Per proteggere i clienti contro l’incapacità finanziaria di un distributore del settore nel liquidare premi o sinistri, gli intermediari (broker o venditori) dovranno costituire un fondo di garanzia o disporre di una capacità finanziaria permanente pari al 4% della somma di tutti premi annui incassati.

Pacchetti assicurativi

Se un contratto di assicurazione viene venduto con altri servizi o prodotti collegati come parte di un pacchetto, i clienti dovranno avere la possibilità di acquistare le diverse componenti congiuntamente o separatamente allo stesso in base alle proprie esigenze e dovranno ricevere informazioni su premi e rischi contenuti in ciascuna delle componenti del pacchetto.

I prossimi passi

Il Parlamento Europeo ha votato gli emendamenti alla revisione dell’attuale direttiva europea sull’intermediazione assicurativa, ma non la normativa sottostante nel suo complesso, allo scopo di ribadire la propria posizione e lasciare aperta la possibilità di negoziare un accordo in prima lettura con il Consiglio dell’Unione Europea.

Emendamenti del Parlamento Europeo, approvati il 26 febbraio 2014, alla proposta di direttiva del Parlamento UE e del Consiglio sulla intermediazione assicurativa (rifusione)

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. fabrizio said:

    grande capacità della UE di burocratizzare.

Comments are closed.

Top