FeBAF, Augusto dell’Erba nominato alla vicepresidenza

FeBAF

FeBAFIl Consiglio Direttivo della Federazione ha nominato il presidente di Federcasse (designato da AbI) quale nuovo vicepresidente – in affiancamento a Maria Bianca Farina (Ania) e Innocenzo Cipolletta (Aifi) –  ed accolto la domanda di adesione dell’Anfir, Associazione nazionale delle finanziarie regionali

Il Consiglio Direttivo della Federazione Banche Assicurazioni e Finanza (FeBAF) ha nominato Augusto dell’Erba, designato da Abi e Presidente di Federcasse, quale nuovo vicepresidente. La successiva Assemblea ha inoltre accolto la domanda di adesione dell’Anfir, Associazione nazionale delle finanziarie regionali, presieduta da Salvatore Santucci. Salgono così a tredici le associazioni del mondo finanziario che aderiscono a FeBAF.

Dell’Erba affianca i vicepresidenti Maria Bianca Farina (Ania) e Innocenzo Cipolletta (Aifi) e completa il Consiglio Direttivo per il biennio 2018-2020, che risulta quindi composto dal presidente Luigi Abete, dai tre vicepresidenti e da Antonio Patuelli, Andrea Andreta, Paolo Bedoni, Patrick Cohen, Agostino Ferrara, Dario Focarelli, Gian Maria Gros-Pietro, Giampiero Maioli, Andrea Mencattini, Gianni Franco Papa, Mario Alberto Pedranzini, Giovanni Pirovano, Giovanni Sabatini, Maurizio Sella, Dominique Uzel, Alberto Vacca, Alessandro VandelliPaolo Garonna è il segretario generale.

Come anticipato, con l’adesione dell’Anfir, che rappresenta dal 2014 diciannove società che gestiscono fondi pubblici nazionali e regionali per 9 miliardi di Euro, salgono a tredici le associazioni della “casa comune” del risparmio e della finanza italiana: Abi, Ania, Aifi (associazioni “federate”), Adepp, AIPB, Anfir, Assofiduciaria, Assofin, Assogestioni, Assoimmobiliare, Assoprevidenza, Assoreti, Assosim (associazioni “aggregate”).

“Con la designazione a vicepresidente da parte di Abi di Augusto dell’Erba, esponente di una parte fondamentale del mondo bancario italiano come Credito Cooperativo e Casse Rurali, e con l’ingresso in FeBAF di Anfir, soggetto chiave della programmazione e gestione dell’economia e finanza delle regioni – ha dichiarato il presidente Abete – si amplia e si consolida la rappresentatività della Federazione nel dialogo con istituzioni e parti sociali. Novità significative in un anno denso di attività per la Federazione e di appuntamenti cruciali in Italia e in Europa”.

Il Consiglio Direttivo, che ha approvato il piano di attività per il 2019, ha fatto il punto sui principali temi dell’attualità economico-finanziaria in Italia e nell’Unione Europea. Tra questi, le modifiche introdotte da parte del Governo ai Pir (Piani individuali di risparmio) e lo stato di avanzamento della “Brexit” dopo i voti del Parlamento britannico a quattro mesi dalle elezioni europee.

Intermedia Channel

Related posts

Top