Fitch, utili ancora sotto pressione per le attività assicurative Vita delle compagnie italiane

Fitch - Palazzo

Fitch - Palazzo

Secondo l’agenzia di rating, il comparto Danni dovrebbe manternere una certà stabilità nella gestione tecnica

Utili sotto pressione per il comparto Vita e indicatori tecnici stabili per i Danni: è questo quanto emerge dall’aggiornamento di metà anno del rapporto sul settore assicurativo italiano elaborato dall’agenzia internazionale di rating Fitch.

La raccolta Vita ha registrato una flessione nel primo semestre 2017, segnala l’agenzia, in quanto sono calate le vendite dei prodotti di risparmio tradizionali e si è osservato un aumento dei riscatti (per la prima volta da cinque anni). A ridurre gli utili delle attività Vita ha inoltre contribuito la diminuzione dei margini sugli investimenti, conseguenza della perdurante fase di bassi tassi di interesse.

Nei primi sei mesi del 2017 anche le tariffe del segmento Auto hanno proseguito nel loro trend di discesa, a causa della continua e serrata concorrenza sui prezzi. Fitch si attende tuttavia un rialzo tariffario entro la fine dell’anno, legato principalmente ad una maggiore frequenza sinistri. La redditività tecnica complessiva del comparto Danni è stata ad ogni modo sostenuta dalle attività non-Auto. L’agenzia non ritiene, infine, che possano esserci impatti rilevanti sulla redditività o suil profilo di credito delle compagnie italiane collegato alla recente approvazione del Ddl Concorrenza ed alla richiesta istituzionale di installare dispositivi telematici in tutti i veicoli.

Intermedia Chennal

Related posts

Top