Focus su 10 titoli assicurativi

Analisi - Calcolo (2) Imc

Analisi - Calcolo (2) Imc

(Fonte: Milano Finanza)

Nel 2016 per la prima volta in cinque anni i titoli assicurativi europei hanno realizzato una performance peggiore di quella del mercato. Gli analisti di Rbc Capital Markets si aspettano però nel 2017 una decisa ripresa. Chi a loro parere farà meglio del mercato e chi no.

1) Aegon. Alla compagnia olandese stato assegnato il target price di 4,6 euro, del 7% inferiore alle quotazioni attuali, con rating neutrale (sector perform). I benefici legati all’aumento atteso dei rendimenti dei bond saranno compensati dalle difficoltà del business negli Usa (Transamerica) perchè la riforma proposta dal Ministero del lavoro potrà creare pressioni sui margini reddituali. Il p/e 2017 è 8,6, mentre il rendimento della cedola è 5,7%.

2) Allianz. La raccomandazione è outperform (performance superiore al mercato), con target price 190 euro, del 26% superiore ai prezzi attuali, a cui si aggiunge un dividend yield del 5,3%. Il 2017 sarà un anno positivo per il gruppo tedesco. I rami danni e vita continueranno a realizzare una forte performance e gli analisti si aspettano un piano di bayback di 2,5 miliardi di euro, che sosterrà l’utile e i dividendi. Il titolo tratta 9 volte l’utile atteso nel 2017.

3) Aviva. Il business dell’asset management del gruppo Uk guidato da Euan Munro sarà in grado di trainare la raccolta anche nelle altre divisioni. Ci sono inoltre altri spazi per tagliare i costi e quindi migliorare i livelli di efficienza. Al titolo è stato assegnato il prezzo obiettivo di 500 pence, che è superiore alle quotazioni attuali (+11%), con rating outperform. Il p/e 2017 è 8,2, mentre il rendimento della cedola 2017 è 6%, in crescita dal precedente esercizio.

4) Axa. Il gruppo francese dovrebbe registrare nel prossimo anno una performance in linea con il 2016. L’aumento dei prezzi nel ramo danni sosterrà la redditività, dato il focus di Axa più sui valori che sui volumi. Anche il ramo vita continuerà ad evidenziare progressi della redditività. Il target price del titolo, che viene scambiato 9,3 volte l’utile, è 27 euro, del 19% superiore alle quotazioni attuali, a cui si aggiunge un dividend yield del 5,6%. Il rating è outperform.

5) Generali. Gli analisti hanno ribadito il giudizio neutrale (sector perform) sul gruppo guidato da Philippe Donnet. Il titolo non è caro (p/e 2017 di 7,5) rispetto ai concorrenti, ma sconta la crescita lenta e i rischi potenziali. Generali è poco esposta sui tassi tendenzialmente crescenti negli Usa ed è focaizzata sui mercati europei maturi. Nuove cessioni potrebbero però migliorare l’appeal del titolo. Il prezzo obiettivo è 12 euro, in linea con le quotazioni attuali, mentre il rendimento della cedola 2017 è 6,9%.

6) Direct Line Insurance Group. Target price di 420 pence, superiore alle quotazioni recenti (+20%), perchè nel 2017 trarrà vantaggio dall’aumento dei prezzi delle polizze nel ramo rca. La compagnia è inoltre meno dipendente dalla crescita per realizzare utili e potrà migliorare ulteriormente i livelli di efficienza. Il rating è outperform. Il p/e 2017 è 12, mentre il rendimento della cedola è 7,5%.

7) Hannover Re. Prezzo obiettivo di 107 euro (+6%), con rating neutrale (sector perform) per la società tedesca che tratta sul listino di Francoforte con un multiplo p/e 2017 di 11,3. E’ una delle compagnie meglio gestite in Europa, ma nel 2017 la crescita non sarà molto aggressiva e l’utile è previsto stazionario. Il dividend yield 2017 è 5,2%, in leggero aumento rispetto al precedente esercizio.

8) Hastings Group Holdings. Alla compagnia Uk è stato assegnato il target price di 240 pence, del 10% superiore alle quotazioni attuali, con rating neutrale (sector perform). Continuerà a beneficiare dell’aumento dei prezzi delle polizze auto, ma la metà delle azioni della compagnia è ancora detenuta dagli investitori storici, che possono creare pressioni al ribasso nel breve termine. Dall’inizio dell’anno hanno già venduto il 7% del capitale. Il p/e 2017 è 13, mentre il rendimento della cedola è 5%.

9) Beazley. La raccomandazione è outperform (performance superiore al mercato), con target price 475 pence, del 26% superiore ai prezzi attuali, a cui si aggiunge un dividend yield del 5,6%. E’ uno dei titoli del settore assicurativo europeo più interessanti, grazie a un eccellente track record dei risultati e all’innovazione (cyber insurance). Il titolo tratta 11 volte l’utile atteso nel 2017.

10) Delta Lloyd. NN ha annunciato l’intenzione di acquisire, con un’offerta solo cash, Delta Lloyd per 5,3 euro per azione, ma gli analisti si aspettano che l’offerta venga incrementata prima del 28 dicembre. Al titolo è stato assegnato il prezzo obiettivo di 5,8, che è superiore alle quotazioni attuali (+6%), con rating neutrale (sector performance). Il p/e 2017 è 4,4, mentre il rendimento della cedola 2017 è 4,9%.

Related posts

Top