FONDIARIA SAI: LE OO.SS. DEL PIEMONTE PROTESTANO PER I LICENZIAMENTI

I sindacati manifestano davanti all’agenzia Fondiaria Sai di piazza Santa Rita a Torino. Ecco perché…

«Nell’anno 2011 e nei primi mesi del 2012, la città di Torino ha visto aumentare, al di fuori di ogni range statistico, il numero dei licenziati nelle agenzie di assicurazione. Purtroppo, a un contesto finanziario che vede le compagnie di assicurazione chiudere ottimi bilanci 2011 e confortanti trimestrali 2012, tutte le tensioni del settore si sono concentrate nelle agenzie dove la scriteriata ricerca della redditività finanziaria a ogni costo rende l’ambiente di lavoro insostenibile e contribuisce all’espulsione dal circuito produttivo delle impiegate meno giovani: quelle con mutuo e figli che studiano; e hanno visto allontanarsi anche la pensione».

A segnalare questa situazione sono le segreterie regionali di Fisac Cgil, Fisa Cisl, Fna e Uilca in un comunicato congiunto.

«Tutto ciò», spiegano le OO.SS., «avviene in un comparto che impiega per più dell’85% manodopera femminile con stipendi falcidiati dall’euro e, in molte agenzie, il Ccnl di categoria non è applicato. I sindacati si sono dati appuntamento venerdì scorso (nella foto) di fronte all’agenzia Fondiaria-Sai, divisione Sai, Santa Rita, in piazza Santa Rita 7 (dove è avvenuto l’ultimo licenziamento di una lavoratrice che si era assunta anche l’onere di partecipare in prima persona all’attività sindacale) per manifestare lo sdegno, il disappunto e la rabbia dell’intera categoria. In una compagnia giornalmente alla ribalta per serissimi problemi di assetto proprietario nessuno impedisce che i rappresentanti commerciali colpiscano le donne, le lavoratrici e le sindacaliste».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top