Fondo Cometa, Oreste Gallo è il nuovo presidente per il triennio 2018-2020

Cometa (2)

Cometa (2)Il nuovo Cda del Fondo ha inoltre designato Roberto Toigo quale nuovo vicepresidente

Si è tenuta la prima riunione del nuovo CdA del Fondo Cometa – Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica, dell’installazione di impianti e dei settori affini, e per i lavoratori dipendenti del settore orafo e argentiero – che ha eletto Oreste Gallo alla presidenza e Roberto Toigo alla vicepresidenza per il triennio 2018-2020.

Il nuovo Consiglio, recentemente eletto al termine dell’iter per il rinnovo della struttura di governo del Fondo Cometa (previsto dallo Statuto ogni tre esercizi) resterà in carica per l’intero triennio ed è composto da dodici membri, pariteticamente ripartiti fra rappresentanti dei lavoratori e rappresentanti dei datori di lavoro.

Nel dettaglio, i consiglieri per la parte delle aziende sono: il presidente Oreste Gallo, Paola Assorgia, Angelo Cappetti, Daniela Dario, Paolo De Angelis, Marco Perotti. Per la parte dei lavoratori i consiglieri sono: il vicepresidente Roberto Toigo, Rocco Ciciretti, Raffaele Martinelli, Adonella Monari, Giovanna Petrasso, Riccardo Realfonzo.

Il nuovo presidente del Fondo Cometa, si legge in una nota, “vanta una lunga esperienza nel settore finanziario e previdenziale e una carriera internazionale in ruoli di elevata responsabilità”. È Managing Director di Principal Global Investors (asset manager globale specializzato nel settore istituzionale e parte di Principal Financial Group), dove si occupa in particolare di sviluppo dell’attività con banche centrali, fondi sovrani e assicurazioni in Europa e Asia Centrale. Dal 2013 è anche componente dell’Investment Advisory Board di Fondaco SGR.

È stato anche Managing Director di Blackrock, prima come Head of Southern Europe Institutional, dove, anche in relazione all’Italia, si è occupato di fondi pensione, assicurazioni, banche, fondazioni e asset management e poi come Head of EMEA FIG sales. In precedenza ha lavorato in Morgan Stanley e Credit Suisse Financial Products.

Il vicepresidente Toigo – prosegue la nota – “dispone di una profonda esperienza nel settore della previdenza complementare e della sanità integrativa”. È presidente di métaSalute, il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell’industria metalmeccanica e dell’installazione di impianti e per i lavoratori del comparto orafo e argentiero.

Segretario nazionale Uilm dal 2008, Toigo era già in Cometa come membro del CdA e, fra gli incarichi ricoperti, è stato anche vicepresidente di Saninveneto – il fondo di assistenza sanitaria integrativa regionale per i lavoratori delle imprese artigiane del Veneto – e di Fondapi, il fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori delle piccole e medie imprese.

“Si è concluso un triennio molto significativo e denso di novità per Cometa – ha affermato il presidente uscente del Fondo, Maurizio Benetti. Sotto il profilo propriamente previdenziale, il Fondo ha rinnovato completamente il proprio assetto finanziario per renderlo più funzionale ad assolvere la propria missione nel mutato quadro di mercato. Ma in questi anni Cometa è stato anche motore di sensibilizzazione e cambiamento in materia di responsabilità degli investimenti, aderendo a iniziative internazionali sul tema e facendosi anche capofila diretto di azioni di engagement in Italia rivolte alla comunità finanziaria. A conclusione del mio mandato, ringrazio i colleghi e il direttore Maurizio Agazzi per la fiducia accordatami e per la leale e intensa collaborazione e la struttura del Fondo per tutto il lavoro fatto con attiva partecipazione”.

“Sono onorato di ricevere questo incarico e ringrazio i signori consiglieri per la fiducia accordatami – ha dichiarato il neopresidente Gallo –. Cometa, principale fondo pensione negoziale, rappresenta un soggetto centrale nel quadro della previdenza complementare in Italia. Adopererò tutte le mie competenze e la mia esperienza per permettere al Fondo di continuare ad assolvere con impegno e continuità al dovere fiduciario nei confronti degli aderenti, nonché contribuire a svolgere un ruolo di primo piano nel settore previdenziale del Paese”.

Intermedia Channel

Related posts

Top