Fondo Pensione Agenti, no alla diffusione del dossier su Agenim

FPA - Fondo Pensione AgentiCon un comunicato diffuso attraverso il proprio sito istituzionale, il Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione Agenti ha deciso di non diffondere il dossier sull’attività di Agenim (predisposto su incarico del Commissario Straordinario Ermanno Martinetto, durante il periodo di amministrazione controllata, nella sua veste anche di presidente di Agenim), bocciando le richieste formulate in tal senso da tre componenti dell’Assemblea dei Delegati, da un Gruppo Agenti e da un’associazione di rappresentanza di agenti di assicurazione (nello specifico, ANAPA Rete ImpresAgenzia).

Il comunicato del CdA Fonage ricorda come il Commissario Straordinario, supportato dal parere favorevole del Comitato di Sorveglianza, abbia presentato a fine ottobre 2016 un esposto presso la Procura della Repubblica al fine di portare a conoscenza dell’autorità giudiziaria il contenuto integrale di quanto segnalato nel citato dossier. L’esito dell’attività della Procura, in relazione a tale esposto, “è stato la recente richiesta di archiviazione, non rinvenendo nei fatti portati a conoscenza alcun elemento penalmente rilevante”.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione del Fondo, insediatosi ad inizio novembre 2016, sottolinea di essersi attivato  sullo stesso dossier “in via autonoma, parallela e tempestiva”. “In particolare, anche attraverso il supporto di professionisti esterni, ha analizzato il contenuto della relazione – si legge nel comunicato – e valutato l’operato delle amministrazioni precedenti decidendo di non divulgare il documento prima di ricevere gli esiti di tale istruttoria, anche per non interferire con le indagini della Procura e comunque nel rispetto della privacy dei soggetti coinvolti”.

“Dalle verifiche effettuate – prosegue il comunicato – sono emersi comportamenti probabilmente illeciti di un consulente esterno, a danno di Agenim, che hanno indotto il CdA, senza indugio alcuno, ad agire presso le opportune sedi giudiziarie con una denuncia-querela”.

Tenendo conto delle attività fino ad ora svolte “e nella convinzione che il dossier in argomento costituisca un documento “endo-societario” di Agenim srl, relativo all’attività della società stessa”, il CdA Fonage ha quindi ritenuto di non divulgarne il contenuto.

Intermedia Channel

Related posts

2 Comments

  1. paolo said:

    Certamente Francesco, questi stanno molto “cheti”, continuando a pasteggiare e a bere il buon vino che il figlio del past president, consuma con i soldi erogati con la diminuzione media del 40-50% sui beni sottratti a “NOI TUTTI”. Chissà se a nessuno è passato per la mente di fare una denuncia alla Procura? Per la verità aspetterebbe alle associazioni, che dopo questo andare, non ci possono più rappresentare. Basta vedere il connubio fra Ania e Anapa, che dal confronto viene istigato “per il bene degli Agenti”, un confronto non per sanare il debito che questi hanno con FPA di ben Ventimilioni di euro, ma sull’accordo per sostituire il vecchio Ana 2003. Come dice un noto cantante emiliano, madama la marchesa la vedo nera,ma nera nera, e se non si prende la via più legale possibile, oltre a non godere….. saremmo spazzati via fra 4-5 anni, come recita la” IDD Europea”. Forse il gallo, dovrà darci la sveglia, altrimenti non ci sveglieremo , mai più………Agire,Agire, Agire, per non morire.

  2. Franceso said:

    Abbiamo eletto nel Consiglio di Amministrazione del FPA i colleghi dello SNA al fine che praticassero i principi di TRASPARENZA ( Casa di vetro ! ) da loro sbandierati durante la campagna elettorale. Ci stanno dimostrando che continuano a predicare bene e razzolare male. Perpetrano le malefatte a danno dei colleghi ed ad esclusivo loro vantaggio. Ci hanno esasperato !

*

Top