Fundacion MAPFRE, graduatoria 2017 dei maggiori gruppi assicurativi europei nei rami Vita

Statistiche - Raccolta premi (6) Imc

Statistiche - Raccolta premi (6) ImcIl volume della raccolta nel comparto è in leggerissima crescita rispetto al 2016: +0,4% a 370,5 miliardi di Euro. risulta poco mosso rispetto al 2015 (+0,2% a quasi 374 miliardi di Euro). AXA continua a mantenere il primo gradino del podio, mentre alle sue spalle Prudential sopravanza Generali

La terza parte della annuale elaborazione di Fundacion MAPFRE riguardante i maggiori gruppi assicurativi europei in termini di raccolta premi nel corso del 2017 si occupa, dopo l’analisi delle attività Danni, delle quindici principali compagnie del Vecchio Continente operanti nei rami Vita.

Nello scorso esercizio il segmento ha registrato risultati molto diversi tra di loro in tutte le aree regionali mondiali e nei singoli mercati. Il comparto ha mostrato infatti rallentamenti diffusi nei mercati sviluppati e gli indicatori sono stati contrastanti anche nei mercati emergenti: crescita di buon livello nell’Europa orientale ma in frenata in America Latina, mentre i paesi emergenti asiatici hanno conseguito incrementi a doppia cifra percentuale, trainati dalla performance in Cina.

Il volume combinato della raccolta dei quindici maggiori gruppi europei operanti nel Vita è stato pari a 370,5 miliardi di Euro, in leggero aumento (+0,4%) rispetto al 2016. Il gruppo AXA mantiene la prima posizione in graduatoria, con un volume premi di oltre 57 miliardi, in calo del 2,7% rispetto al 2016. La crescita registrata negli Stati Uniti e nella divisione International è stata infatti più che controbilianciata dall’andamento negativo nei mercati di Europa ed Asia (in particolare in Giappone).

Il gruppo britannico Prudential ha invece segnato volumi in incremento del 5,9%, grazie allo sviluppo delle attività negli Stati Uniti, in Asia e in Europa. Prudential ha inoltre ottenuto il migliore risultato in termini assoluti tra le imprese in classifica ed è salita al secondo posto, scavalcando Generali. Tra le performance da segnalare vi sono anche quelle di BNP Paribas Cardif (1,87 miliardi di Euro di crescita, +10,4%; incremento trainato dai mercati di Asia ed America Latina) e di Poste Vita (+443 milioni, +2,2% nell’ultimo anno e +24,2% annualizzato negli ultimi dieci esercizi), entrambe salite di una posizione in graduatoria.

Il quindicesimo posto in classifica mostra l’unico nuovo ingresso rispetto al 2016, con HSBC che approfitta del pesante calo nei volumi registrato da Legal & General, uscita dalla Top-15. Perde una posizione anche Zurich (-8,3%), sopravanzata da un’altra compagnia elvetica, Swiss Life, che sale di due gradini nonostante una flessione di oltre il 5%, collegata alla riduzione della raccolta di soluzioni Vita collettive nel mercato interno.

Fundacion MAPFRE - Graduatoria globale rami Vita 2017 - Raccolta premi Imc

Per quanto riguarda i coefficienti di solvibilità, infine, i gruppi hanno avuto tempo fino allo scorso mese di giugno 2018 per pubblicare le nuove Relazioni su solvibilità e condizione finanziaria (Solvency and Financial Condition Report – SFCR), secondo quanto disposto dalla nuove normative prudenziali collegate all’implementazione di Solvency II. Tutti i gruppi presenti nella graduatoria 2017 hanno registrato livelli di solvibilità decisamente solidi. Sono dieci le compagnie che attualmente dispongono di fondi propri oltre il doppio dei requisiti patrimoniali minimi richiesti, tre in più rispetto al 2016. I coefficienti rilasciati dai gruppi assicurativi svizzeri sono stati calcolati mediante l’uso di modelli interni nell’ambito del Swiss Solvency Test (cd. Quoziente SST).

Fundacion MAPFRE - Graduatoria globale rami Vita 2017 - Coefficiente solvibilità Imc

Intermedia Channel

Related posts

Top