GALATERI RESTA PRESIDENTE DELLE GENERALI. PRIMO TRIMESTRE OK

L’assemblea degli azionisti del Leone ha approvato il bilancio 2011, stabilendo di assegnare un dividendo di 0,20 euro per ogni azione. Nei primi tre mesi del 2012 premi in crescita sia nel vita, sia nei danni.

L’assemblea ordinaria e straordinaria degli azionisti di Assicurazioni Generali si è riunita sabato scorso approvando in sede ordinaria il bilancio dell’esercizio 2011, chiuso con un utile netto di 856 milioni di euro e un risultato operativo di 3,9 miliardi di euro. È stato stabilito di assegnare agli azionisti un dividendo unitario di 0,20 euro per ciascuna azione, che verrà posto in pagamento a partire dal prossimo 24 maggio, contro stacco della cedola n. 21. Le azioni saranno negoziate a partire dal prossimo 21 maggio.

L’assemblea ha confermato quale componente del consiglio di amministrazione Gabriele Galateri di Genola (nella foto di Marino Sterle), allineando la scadenza del suo mandato a quella degli altri membri del consiglio.  Lo stesso Galateri ha conservato la carica di presidente del Cda, del comitato per le nomine e la corporate governance e del comitato per la sostenibilità sociale e ambientale.

In sede straordinaria sono state approvate le modifiche statutarie funzionali a introdurre le cosiddette «quote di genere nella composizione del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale, a rendere facoltativa la nomina del consiglio generale e a porre limiti di età per l’assunzione delle cariche di componente del Cda, di presidente e di amministratore delegato».

PRIMO TRIMESTRE 2012 – «Sulla base dei dati preliminari di fine marzo», si legge in una nota, «i premi complessivamente raccolti ammontano a 19,8 miliardi di euro, in crescita del 6,1% a termini omogenei a seguito del positivo sviluppo sia del segmento vita (+6,9% omogeneo) sia di quello danni (+4,7% omogeneo). Nei primi tre mesi dell’anno è stato confermato il buon andamento dei risultati operativi di tutti i segmenti di business: danni, vita e settore finanziario; e in particolare, i rami danni evidenziano un ulteriore miglioramento».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top