GAZ, le memorie londinesi del presidente Enrico Ulivieri

GAZ - Londra 2017 Imc

GAZ - Londra 2017 Imc

Incontriamo Enrico Ulivieri, presidente del Gruppo Agenti Zurich (GAZ), al rientro dalla recente “missione londinese” nella quale ha incontrato i vertici di MAG-Jlt (assieme al componente del Comitato Esecutivo GAZ Giuseppe Lottini) ed ha preso contatto con il mondo dei Lloyd’s. In questo breve colloquio, il presidente GAZ ha inoltre anticipato alcuni dei temi della XXVII Assemblea Generale del gruppo agenti, in programma dal 29 settembre al 1° ottobre p.v. a Napoli. Assemblea che, tra l’altro, avrà carattere elettivo.

Presidente Ulivieri, quali sono stati i punti salienti del recente incontro a Londra?

Il Gruppo Agenti Zurich è stato invitato a Londra dai vertici di MAG-Jlt al fine di consolidare la partnership nata nel luglio del 2015, tramite Link Underwriting Agency, società agenziale costituta con l’obiettivo di supportare le iniziative commerciali dei colleghi e ad oggi dimostratasi uno strumento di successo che il gruppo ha messo a disposizione dei propri associati.

A Londra abbiamo toccato con mano il frutto del nostro percorso degli ultimi due anni, condividendo ulteriori iniziative e progetti innovativi da poter mettere a disposizione dei nostri iscritti. Possiamo confermare che affidandoci a MAG-Jlt abbiamo fatto la scelta giusta: ad oggi ci riteniamo molto soddisfatti.

Il mondo Lloyd’s e le sue peculiarità, quali gli approfondimenti per il gruppo Agenti Zurich?

Sono entrato all’interno della sede dei Lloyd’s con la stessa emozione vissuta da un bambino negli attimi immediatamente precedenti all’incontro con il proprio idolo, convinto però di confrontarmi con un mondo estremamente lontano dal nostro e probabilmente avaro di insegnamenti utili per un presidente di un Gruppo Agenti. Grazie a MAG ed in particolare a Ivo Impronta (CEO di MAG London) ci siamo al contrario potuti rendere conto che la grande forza distintiva dei Lloyd’s è stata quella di guidare e non subire il futuro.

Esattamente il contrario di ciò che sta avvenendo nel nostro comparto in Italia, dominato dallo spropositato “ego” rappresentato dall’irrefrenabile necessità di massimizzare i profitti, costi quel che costi.

Per i Lloyd’s niente e nessuno potrà sostituire la relazione umana e per questo nel più grande mercato assicurativo del mondo gli affari si fanno “de visu”, non via mail e tantomeno al telefono o attraverso particolari procedure di autorizzazione tanto di moda nelle compagnie assicurative italiane.

Gli strumenti messi a disposizione dalla modernità non hanno infatti modificato un modus operandi di evidente successo, esaltando e non rinnegando la tradizione di una “corporazione” che direttamente, indirettamente o attraverso la riassicurazione copre gran parte dei rischi assicurabili nel mondo.

E se tutto ciò è possibile da loro perché non immaginarlo anche qui?

Il vostro congresso elettivo di Napoli è ormai alle porte, qualche anticipazione?

In una fase storica dove tutti cercano disperatamente di immaginare quale possa essere il futuro che attende la nostra meravigliosa professione noi, al contrario, proveremo a concentrarci sul presente. Abbiamo deciso di adottare come simpatico refrain del nostro congresso la frase “Oggi è già domani!”, perché fortemente convinti che solamente affrontando le difficoltà vissute da un intermediario nel quotidiano potremmo riuscire a costruire il nostro futuro. Questo in coerenza con il percorso portato avanti in questi anni dal Gruppo Agenti Zurich.

Ho precedentemente sottolineato il valore della tradizione e nel corso del nostro congresso festeggeremo i nostri primi 70 anni di storia; per fare ciò avremo il piacere di avere ospiti anche internazionali che daranno lustro alla nostra assise. Come da tradizione sarà presente anche la compagnia, ma su questo specifico argomento stiamo provando ad organizzare una grossa sorpresa.

Lei ha sciolto le riserve in merito alla sua candidatura?

La domanda non dovrebbe rivolgerla a me. Ho rappresentato con onore i miei colleghi per quattro mandati, forte della loro fiducia e del loro sostegno. Grazie a loro sono cresciuto e di certo non rinnego la splendida esperienza, seppure faticosa e con molti momenti bui. Ma la soddisfazione data dai risultati per i quali abbiamo lottato tutti insieme certamente ripaga ogni sforzo. Con il medesimo senso di responsabilità sono e sarò sempre a disposizione dei colleghi; se loro vorranno ancora che io li rappresenti, mai potrei tirarmi indietro.

Intermedia Channel


(nella foto in apertura e nella galleria che segue, per gentile concessione di Enrico Ulivieri, alcune immagini tratte dalla “missione londinese” del presidente GAZ e del componente del Comitato Esecutivo Giuseppe Lottini)

Related posts

*

Top