Generali: Crescita profittevole, ottimizzazione finanziaria ed innovazione nel piano al 2021

Generali - Ingresso Imc

Generali - Ingresso Imc

Il gruppo assicurativo del Leone ha presentato il nuovo piano strategico triennale. Tra le priorità fissate: diventare “life-time partner” per i clienti, offrendo soluzioni innovative e personalizzate “grazie a una rete distributiva senza uguali”, essere leader del mercato assicurativo europeo per i privati, i professionisti e le PMI (creando allo stesso tempo una piattaforma di asset management globale e focalizzata), perseguire opportunità nei mercati ad alto potenziale. Tra i target finanziari: aumento degli utili per azione tra il 6 e l’8%, payout dei dividendi compreso tra il 55 ed il 65% e un rendimento più elevato per gli azionisti (ROE medio superiore all’11,5%)

Il CdA di Assicurazioni Generali ha approvato il nuovo piano strategico triennale Generali 2021: Leveraging Strengths to Accelerate Growth. Il piano, spiegano dal Leone di Trieste, “è coerente con l’ambizione del Gruppo di essere “life-time partner” per i suoi clienti, offrendo soluzioni innovative e personalizzate, grazie alla sua rete distributiva senza uguali, essere leader del mercato assicurativo europeo per i privati, i professionisti e le PMI, creando allo stesso tempo una piattaforma di asset management globale e focalizzata, e perseguendo opportunità nei mercati ad alto potenziale”.

Oggi Generali raccoglie oltre 63 miliardi di Euro di premi sul mercato assicurativo europeo e può contare su una rete distributiva composta da oltre 150.000 agenti e venditori. Dopo aver completato positivamente la riorganizzazione finanziaria (2012-2015) e quella operativa (2016-2018), oggi il Gruppo – che è in linea per raggiungere tutti gli obiettivi finanziari ed industriali del 2018 – vanta performance tecniche e operative significative, con un combined ratio del 92,8% nel Danni ed un margine sulla nuova produzione Vita pari al 39,2. Lo scorso anno Generali ha inoltre lanciato una strategia focalizzata per l’asset management, con 487 miliardi di Euro di asset in gestione.

Alla base della nuova strategia Generali 2021, vi sono quattro convinzioni che differenziano la posizione del Gruppo sul mercato:

  • I mercati assicurativi europei continueranno a rimanere attrattivi. L’elevato accumulo di ricchezza privata sosterrà la vendita dei prodotti nel ramo Vita e nell’Asset Management, mentre i trend demografici e di riduzione della spesa pubblica guideranno lo sviluppo di servizi in ambito pensionistico, sanitario e del welfare;
  • I mercati retail e PMI stanno guidando una crescita profittevole. I clienti retail svolgeranno un ruolo chiave nei mercati assicurativi del futuro, mentre il segmento delle PMI rappresenta un’opportunità chiave in mercati core quali Italia e Germania;
  • Un’offerta che integri assicurazioni e asset management è fondamentale per i clienti in tutto il mondo. I clienti sono alla ricerca di prodotti che integrino Vita e Asset Management, per proteggere e far crescere i loro asset, mentre i cambiamenti macro e demografici aumentano la domanda per soluzioni innovative nel Danni e nel ramo Salute. Questa integrazione riflette lo spostamento del focus dai “prodotti” ai “clienti” e da “protezione e risarcimento” a “prevenzione e servizio”;
  • Le reti distributive fisiche sono rafforzate e non sostituite dalla digitalizzazione. Le reti distributive fisiche rimarranno un vantaggio competitivo per l’industria, sempre più rafforzate da strumenti digitali che permetteranno di ottenere una più alta soddisfazione dei clienti, maggiore produttività e maggiore efficienza.

“Oggi Generali presenta una strategia ambiziosa – Generali 2021 – per accelerare la crescita del Gruppo e offrire elevati rendimenti e ai nostri azionisti”, ha affermato Philippe Donnet, Group CEO di Generali. “Il principale obiettivo è quello di diventare life-time partner dei nostri clienti, offrendo soluzioni innovative e personalizzate grazie a una rete di distribuzione che non ha uguali”.

“La visione strategica chiara e distintiva di Generali fa leva sui nostri punti di forza per consolidare la leadership in Europa, focalizzata su clienti retail e PMI, espandere le operazioni nei mercati ad alto potenziale e sviluppare una piattaforma globale di asset management – ha chiarito Donnet –. Allo stesso tempo, Generali continuerà a concentrarsi sulla generazione e gestione del capitale per finanziare opportunità di crescita nei mercati chiave e guidare l’innovazione e la trasformazione digitale ovunque operiamo. Grazie a queste iniziative, Generali raggiungerà una crescita media annuale dell’utile per azione tra il 6% e l’8% nel corso del piano”.

“Siamo fiduciosi e pronti ad attuare il nuovo piano strategico – ha aggiunto il Group CEO di Generali – consapevoli che il nostro track record di eccellenza, reso possibile dal talento delle nostre persone, dalla forza del brand e da una cultura aziendale fondata sulla sostenibilità a lungo termine, garantirà il suo successo”.

Con Generali 2021, il Gruppo si impegna a realizzare una crescita degli utili per azione, con un target del tasso annuo composto di crescita compreso tra il 6% e l’8%, per il periodo 2018-2021. Al raggiungimento di questo target, spiegano dal Gruppo, “contribuiranno, tra l’altro, una crescente profittabilità core proveniente dal business assicurativo e da quello dell’asset management di Generali, una maggiore efficienza con un target di ulteriore riduzione delle spese pari a 200 milioni di Euro nei mercati maturi entro il 2021, una gestione attiva delle spese per interessi e la ridistribuzione del capitale per supportare iniziative di crescita profittevoli”.

Generali si impegna anche a offrire maggiori rendimenti agli azionisti attraverso una crescita sostenibile dei dividendi, per un target di pay-out ratio compreso tra il 55% e il 65% nel corso del piano. Un target di Return on Equity medio superiore all’11,5% consentirà inoltre “il raggiungimento di un livello attrattivo di profittabilità”.

La strategia Generali 2021, infine, si basa su tre presupposti fondanti che ne guideranno l’esecuzione:

  • Rendere le persone protagoniste e pronte per affrontare il futuro. Generali “continuerà a promuovere una cultura innovativa e incentrata sul cliente, facendo crescere leader e talenti globali valorizzandone le diversità. Operando come un’organizzazione agile e flessibile, con lo smart working esteso al 100%, Generali aiuterà i dipendenti ad acquisire nuove competenze digitali (obiettivo del 50% entro il 2021) premiando l’eccellenza e la creazione di valore sostenibile”.
  • Una nuova “brand promise”. Il Gruppo svilupperà “un’esperienza coerente e distintiva del brand, costruita sulla promessa di diventare un “life-time partner” per i suoi clienti”. Generali ha l’obiettivo di ottenere il miglior risultato come R-NPS (Relationship Net Promoter Score) tra i player europei internazionali.
  • Impegno costante per la sostenibilità. Il nuovo piano triennale è allineato agli impegni del Gruppo nell’ambito della sostenibilità. Generali si impegna anche ad aumentare del 7%-9% i prodotti retail green e con impatto sociale e di allocare 4,5 miliardi di Euro in investimenti green e sostenibili entro il 2021.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top