Generali entra in due indici internazionali di sostenibilità

Il gruppo entra nel Cpli, la classifica stilata da Cdp (Carbon Disclosure Project), e nel United Nations Global Compact 100, un nuovo indice globale che combina le performance aziendali su tematiche ambientali e sociali e la performance finanziaria

Corporate Social Responsibility - Bilancio Sostenibilità ImcGenerali entra in due nuovi indici internazionali, “a testimonianza del suo impegno a favore della sostenibilità ambientale e sociale“. Lo segnala un comunicato della compagnia. In particolare, il gruppo entra nel Cpli, la classifica stilata da Cdp (Carbon Disclosure Project) – la prestigiosa organizzazione britannica che rappresenta 772 investitori nel mondo con 87.000 miliardi di dollari di asset gestiti – che include le aziende più impegnate su scala globale nel contrastare il loro impatto sul clima. Generali è stata inclusa anche nel United Nations Global Compact 100, un nuovo indice globale che combina le performance aziendali su tematiche ambientali e sociali e la performance finanziaria.

Generali è tra le 56 società del Ftse Global 500 che hanno ottenuto l’inserimento nell’indice Cpli 2013 grazie ad un punteggio di ‘fascia A‘ attribuito sulla base di specifici parametri associati alla misurazione, verifica e gestione del proprio carbon footprint. Il gruppo ha partecipato al programma climate change di Cdp, che si propone di individuare e divulgare azioni per migliorare  l’efficienza, ridurre i costi e valorizzare le opportunità di business che derivano dalla gestione dell’energia, dalle emissioni di CO2 e dal cambiamento climatico.

Fonte: Milano Finanza (Articolo originale)

Related posts

Top