Rc professionale per i geometri, il 22% non è coperto da polizza

Architetto - Progettista Imc

Architetto - Progettista Imc

Dall’indagine condotta da Agefis emerge che, a quattro anni dall’entrata in vigore, c’è ancora molto lavoro da fare sulla conoscenza di prodotti e strumenti

A quattro anni dall’entrata in vigore dell’obbligo di stipula della polizza di Responsabilità civile professionale per i geometri liberi professionisti, Agefis (Associazione dei Geometri Fiscalisti) ha promosso una nuova indagine per scoprire quale sia il livello di copertura, la conoscenza delle polizze e le opinioni dei geometri italiani in merito all’obbligo di stipula della polizza di Rc professionale.

Il primo dato che emerge dalla ricerca è che la quasi totalità dei geometri italiani (98%) è a conoscenza dell’obbligo di stipula della polizza di Rc professionale: un dato sicuramente rassicurante, secondo i curatori dell’indagine, sebbene non così scontato. Più preoccupante è invece il dato che mostra come il 22% dei geometri che hanno preso parte all’indagine non abbia ancora adempiuto al dettato normativo stipulando una polizza: “Troppo tempo è passato dall’entrata in vigore dell’obbligo – commenta il presidente di Agefis, Mirco Mionperché questo dato possa ancora essere ritenuto tollerabile, è indispensabile quindi comprendere le ragioni per cui una percentuale così consistente di geometri non abbia ancora sottoscritto una polizza”.

A parte l’ostacolo del costo (il premio delle polizze è ritenuto troppo elevato dal 42% del campione), i geometri lamentano una generale poca chiarezza delle clausole contrattuali (il 17% dei partecipanti all’indagine) e un scarsa conoscenza dei contenuti delle polizze offerte dal mercato (il 37%), sebbene la tipologia dei rischi coperti dalla polizza sia l’elemento a cui viene data, in assoluto, la maggiore importanza al momento della scelta della polizza (il 70% dei professionisti lo ritengono infatti l’elemento fondamentale).

“La priorità non è più quella di far conoscere l’obbligo di stipula ai geometri, ormai assodato – riflette Mion – quanto piuttosto far comprendere l’effettiva utilità della polizza di Responsabilità Civile, uno strumento al servizio del professionista e a tutela del suo patrimonio personale, che purtroppo è spesso visto ancora come un ennesimo inutile balzello”.

I geometri liberi professionisti, spiegano dall’Associazione, vogliono quindi, innanzitutto, sentirsi sicuri e protetti dalla propria polizza di RC Professionale, ma troppo spesso non hanno gli strumenti per comprendere cosa viene loro offerto e le tutele che vengono loro garantite, anche a causa delle numerose e spesso assai varie tipologie di attività svolte da questi poliedrici professionisti tecnici.

Per questa stessa ragione è ritenuto indispensabile il rapporto umano e fiduciario con un consulente: quasi la metà (il 49%) dei geometri interpellati, infatti, si rivolge all’agenzia e il 22% al proprio broker di fiducia per la stipula della polizza, o si affida ai consigli del proprio Collegio e della propria Associazione di categoria (il 22% dei partecipanti). In questo senso è emblematico come una percentuale ridottissima di professionisti, solo il 7% del campione, si affidi alla rete per questo genere di polizza: “L’Rc professionale – prosegue Mion – è un prodotto assicurativo estremamente complesso, ogni professionista ha esigenze particolari e preoccupazioni uniche, e solo attraverso il confronto diretto e continuativo (prima, per definire le coperture, ma soprattutto dopo l’acquisto della polizza, in caso di sinistri o criticità) con un consulente dedicato si sente realmente sicuro”.

Particolarmente interessanti sono, infine, anche i dati raccolti in merito alla polizza di Tutela Legale. Quasi la metà dei geometri che hanno partecipato all’indagine (46%), è infatti in possesso di una polizza di Tutela Legale a copertura dei rischi derivanti dalla propria attività, sebbene questa tipologia di polizza non sia oggi obbligatoria. È quindi abbastanza diffusa una coscienza assicurativa fra i professionisti interpellati, che ha consentito loro di comprendere l’effettiva utilità di questa copertura accessoria.

Intermedia Channel


Agefis – I geometri e la polizza di Responsabilità civile professionale – Rapporto di analisi

Related posts

Top