GRUPPO AGENTI MILANO: CONGRESSO ORDINARIO A FINE OTTOBRE

logoGAM

L’appuntamento, che si terrà ad Abano Terme (Padova), è importante sia perché è elettivo, sia perché dibatterà sul futuro della compagnia e della stessa rappresentanza agenziale.  

Il Gruppo agenti Milano (Gam), presieduto da Dario Piana (nella foto), ha indetto il 2° congresso ordinario che si terrà dal 25 al 27 ottobre ad Abano Terme, in provincia di Padova. «Si tratta», spiega la rappresentanza agenziale in una nota, «di un appuntamento che, alla luce degli eventi che hanno interessato la compagnia e, più in generale, tutta la galassia Fonsai in questi mesi, assume una valenza particolare di grande delicatezza e, perciò stesso, decisiva per le scelte che gli agenti dovranno compiere».

Da questo congresso, peraltro elettivo, «dovrà scaturire un gruppo dirigente che sappia, nella continuità della linea politica, garantire la tutela e l’integrità della rete e, al contempo, determinare una equilibrata simbiosi con il nuovo management, sulla cui disponibilità il Gam si aspetta risposte chiare». «Ho volutamente invitato al congresso i vertici dell’impresa, confidando che, in quell’occasione, essi siano in grado di diradare le nubi di preoccupazione e di incertezza che da tempo si sono diffuse tra gli agenti», dice Piana.

«Il Gam è nato solo due anni fa dalla fusione tra il Gama e il gruppo Nuova Maa», si legge nel comunicato; «oggi, alla luce delle indiscrezioni sulle reali intenzioni di Unipol (nuovo azionista di riferimento) questa operazione fortemente perseguita dall’allora presidente Roberto Cecchini e dai due vertici dei gruppi fondatori e guardata con grande favore dall’intero comparto e dal mondo sindacale, potrebbe essere messa in discussione da una ipotesi di scorporo delle varie divisioni commerciali della Milano, il che potrebbe portare i due gruppi fondatori su sponde societarie diverse. Da qui l’aspettativa del presidente Piana per una convinta partecipazione degli iscritti e per una altrettanto convinta elaborazione di una linea programmatica che, nel solco della tradizione e dei valori fondativi, ponga il Gam in una posizione di rinnovata centralità nelle relazioni industriali con l’impresa».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top