Gruppo Unipol ed UnipolSai, approvati i bilanci 2017

unipol-gruppo-sede-di-bologna-imc

unipol-gruppo-sede-di-bologna-imc

Confermati i risultati preliminari comunicati al mercato lo scorso 9 febbraio. I due CdA hanno inoltre deliberato la cessione di Arca Vita ad UnipolSai per 475 milioni di Euro

Il CdA di Unipol Gruppo (nella foto, la sede) e di UnipolSai hanno approvato nella giornata di ieri i rispettivi bilanci consolidati integrati ed i progetti di bilancio, confermando i risultati preliminari comunicati al mercato lo scorso 9 febbraio.

Il Gruppo ha conseguito un risultato netto consolidato negativo per 169 milioni di Euro, a seguito degli effetti non ricorrenti (per 824 milioni) collegati al piano di ristrutturazione del comparto bancario. La raccolta diretta assicurativa è stata pari a 12,29 miliardi, in calo del 17% rispetto al risultato 2016. La flessione è legata all’andamento del segmento Vita (-36,8% a 4,42 miliardi), mentre il Danni ha segnato un incremento dei volumi dello 0,7% a 7,87 miliardi. Il combined ratio è salito di 0,8 p.p. a 96,4%. Il patrimonio netto consolidato è sceso dagli 8,13 miliardi di fine 2016 ai 7,45 miliardi al 31 dicembre 2017. In miglioramento sia il Solvency ratio consolidato basato sul capitale economico (+8 p.p. al 169%) sia l’indice di solvibilità di Gruppo, calcolato secondo la normativa Solvency II (+11 p.p. al 152%). Il CdA di Unipol Gruppo ha inoltre approvato la proposta all’Assemblea dei Soci per la distribuzione di un dividendo di esercizio pari a 0,18 Euro per ogni azione ordinaria (valore invariato rispetto al 2016 e pay-out del 60%).

Per quanto riguarda UnipolSai, l’utile netto consolidato è stato pari a 537 milioni di Euro, in crescita dell’1,8% rispetto al 2016 nonostante i già citati effetti (per 112 milioni) del piano di ristrutturazione del comparto bancario di Gruppo. La raccolta diretta assicurativa ha osservato dinamiche simili a quelle di Gruppo, registrando un calo dell’11,4% a 11,07 miliardi. Il buon risultato del comparto Danni (+1,9% ad oltre 7,35 miliardi) non è infatti riuscito a controbilanciare il forte calo dei volumi Vita (-29,7% a 3,71 miliardi). Andamento analogo anche per il combined ratio, in peggioramento di 1,7 p.p. a 97,2%. Il patrimonio netto consolidato è sceso dagli oltre 6,53 miliardi dell’esercizio 2016 ai 6,19 miliardi di fine dicembre 2017. Il Solvency ratio individuale è pari al 241% (-2 p.p.). Il CdA di UnipolSai ha anche approvato la proposta all’Assemblea dei Soci per la distribuzione di un dividendo per l’esercizio 2017, pari a 0,145 Euro per ciascuna azione ordinaria (in crescita del 16% rispetto al 2016; pay‐out di circa il 71%).

I due CdA hanno inoltre approvato la cessione ad UnipolSai Assicurazioni della partecipazione (pari al 63,39% del capitale sociale) detemuta da Unipol Gruppo in Arca Vita. Il corrispettivo dell’operazione – che rientra nell’ambito di un progetto, approvato da entrambi i CdA il 29 giugno 2017 e finalizzato alla razionalizzazione del comparto assicurativo di Gruppo – è stato stabilito in 475 milioni di Euro.

Il trasferimento di Arca Vita ad UnipolSai contribuirà a rafforzare l’offerta della compagnia nel canale della bancassicurazione nel suo complesso e “faciliterà il processo di sviluppo volto ad assicurare la costante adeguatezza dell’offerta di prodotti da parte di Arca Vita e delle compagnie assicurative da quest’ultima controllate, anche alla luce delle possibilità offerte dall’innovazione tecnologica e altresì considerati gli sviluppi del mercato di riferimento”.

Intermedia Channel

Related posts

Top