HDI Assicurazioni diventa sottoscrittore del fondo di investimento Barcamper Ventures

HDI Assicurazioni HiRes

HDI Assicurazioni HiResLa compagnia assicurativa del gruppo Talanx guarda al venture capital “per favorire lo sviluppo di un asset class in forte crescita”

HDI Assicurazioni ha recentemente scelto di sostenere le startup tecnologiche, diventando sottoscrittore di Barcamper Ventures, fondo di venture capital istituito da Primomiglio SGR. La compagnia assicurativa, che fa parte del gruppo Talanx di Hannover, si è approcciata per la prima volta al settore del venture capital, “ritenendolo un motore di svolta strategico per lo sviluppo dell’innovazione e dell’economia del territorio”.

“Siamo lieti di questo accordo con Primomiglio – ha sostenuto Fabio Rogato, vicedirettore generale di HDI Assicurazioni – poiché siamo sempre più orientati alla sostenibilità e all’innovazione. Ci affacciamo al venture capital con la consapevolezza di essere tra i primi e pochi operatori del settore a farlo, ritenendo questo mercato ormai maturo per collaborazioni stabili con il mondo assicurativo. La collaborazione con Primomiglio Sgr nasce dalla condivisione di strategie e dalla possibilità di creare sinergie nell’ambito del Fondo Barcamper Ventures”.

HDI Assicurazioni – si legge inoltre in una nota – “entra quindi a far parte dell’ecosistema innovazione come co-investitore di un fondo di venture capital nato per supportare lo sviluppo imprenditoriale, con l’obiettivo di generare impatti positivi in termini occupazionali, economici e sociali”.

“Siamo orgogliosi di avere a bordo un partner come HDI – ha dichiarato Gianluca Dettori, presidente di Primomiglio SGR –. Un ulteriore segnale concreto che l’asset class del venture capital sta progressivamente entrando nelle strategie di impiego di importanti operatori. Le startup rappresentano oggi una delle strade per diversificare le strategie di portafoglio e di rischio rendimento per gli investitori. Ma sono anche un fondamentale elemento su cui costruire una strategia di crescita di lungo termine per l’Italia e una base per il rinnovamento tecnologico e la competitività del nostro sistema economico e imprenditoriale”.

Intermedia Channel

Related posts

Top