HDI ASSICURAZIONI: RISULTATI POSITIVI DAL PRIMO SEMESTRE 2013

HDI HPHDI ha chiuso il primo semestre 2013 con un risultato netto positivo di 16,91 milioni di Euro – in progresso dell’11,7% rispetto al dato del primo semestre 2012 di 15,14 milioni – di cui 5,13 milioni relativi ai rami danni (in calo del 13.2%; 5, 91 milioni al 1° semestre 2012) e 11,78 relativi ai rami vita (+27,6 rispetto ai 9,23 milioni dello stesso periodo 2012).

Il risultato ante imposte migliora rispetto al primo semestre dell’anno precedente di 2,57 milioni (+11%), passando da 23,27 milioni a 25,84 milioni.

Il patrimonio netto ammonta a 179,11 milioni e rispetto al 31 dicembre 2012 si incrementa di 10,91 milioni; in particolare, aumenta di 16,91 milioni a seguito della registrazione dell’utile del primo semestre 2013 e diminuisce di 6 milioni per la distribuzione del dividendo deliberata dall’assemblea degli azionisti in data 30 aprile 2013 in sede di approvazione del bilancio 2012.

La raccolta premi del lavoro diretto è pari a 340,41 milioni e rispetto ai 291,36 milioni relativi allo stesso periodo dell’anno precedente registra un incremento di 49,06 milioni (+16,8%). In particolare, i premi emessi dei rami vita aumentano del 34,6%, passando da 123,9 milioni del primo semestre 2012 a 166,75 milioni del primo semestre 2013, mentre i premi emessi dei rami danni aumentano del 3,1%, passando da 167,46 milioni del primo semestre 2012 a 173,67 milioni del primo semestre 2013.

L’andamento tecnico mostra un lieve peggioramento del rapporto sinistri a premi, che aumenta dal 70,75% del primo semestre 2012 al 74,14% del primo semestre 2013 con riferimento ai sinistri dell’esercizio e dal 72,57% al 72,76% con riferimento al totale sinistri. Il rapporto tra spese di gestione e premi di competenza decresce dal 26,15% del 2012 al 25,56% del 2013, con un combined ratio che scende dal 98,72% del 2012 al 98,32% del 2013.

Le spese di gestione lorde del lavoro diretto ammontano a 51,26 milioni, con un incremento dell’1,4% rispetto ai 50,54 milioni del primo semestre 2012. L’incidenza sui premi emessi del lavoro diretto è pari al 15,1%, in diminuzione rispetto al 17,3% dell’esercizio precedente. In particolare l’incidenza cala di 2,3 punti percentuali nei rami vita, passando dal 7,1% al 4,8%, mentre rimane stabile nei rami danni, attestandosi al 24,9%.

Intermedia Channel

Related posts

Top