I 12 PRESIDENTI DI GRUPPO: «SUBITO UN CONFRONTO CON SNA E UNAPASS»

Diramato un secondo documento, dopo quello del 30 maggio scorso, con il quale si esprime compiacimento in merito alla volontà di Sna e Unapass di procedere alla unificazione entro il 2012 e si auspica si possa arrivare a «una nuova forma associativa ammodernata e più rispondente alle necessità del momento».

I 12 presidenti di gruppo aziendale agenti tornano a far parlare. E lo fanno con un secondo documento redatto al termine di una riunione che si è tenuta a Bologna. Un testo meno forte rispetto a quello dello scorso 30 maggio e che apre al dialogo con Sna e Unapass, le cui volontà di giungere «entro l’anno 2012 all’unificazione della categoria» sono state salutate con «compiacimento», esattamente come «auspicato dai rappresentanti dei gruppi agenti, i quali, in sostanza, diventano parte fondamentale e imprescindibile di questa auspicata svolta».

Ecco il testo integrale del documento:

I Rappresentanti dei Gruppi Agenti, promotori del documento sottoscritto il 30 maggio 2012, sulla scorta delle varie notizie, delle comunicazioni e delle interviste ai colleghi apparse sulla stampa, anche on line, nonché delle risposte ufficiali dei Sindacati Nazionali, prendono atto, con soddisfazione, che la loro iniziativa ha stimolato la categoria a iniziare a riflettere concretamente sulle problematiche che la riguardano e a discuterle nel merito.

Osservano che, finalmente, il dibattito non ha più come priorità la proposizione del “plurimandato”, quale panacea di tutti i problemi degli agenti, né della diminuzione dei costi e oneri amministrativi a carico delle agenzie, né come soluzione prospettica atta a svilupparne la loro presenza nel mercato assicurativo italiano.

Nello stesso tempo sono sorpresi e disorientati della risposta del Presidente SNA laddove “stigmatizza l’ipotesi di creare un nuovo soggetto associativo e condanna questa iniziativa” posta in essere dai 12 Rappresentanti dei Gruppi Aziendali, definendola, addirittura, come “antisindacale e manovrato da chi vuole creare, strumentalmente, ulteriori divisioni”. Stupore genera il fatto che ancora una volta nessuna autocritica venga effettuata al proprio interno, ma, anzi, i vertici perpetuino nei fatti, azioni sindacali non concordate e non condivise. 

Esprimono, tuttavia, compiacimento per le dichiarazioni dei Presidenti di SNA e UNAPASS lette sulla stampa, che indicherebbero la volontà di giungere entro l’anno 2012 all’unificazione della categoria. Esattamente come auspicata dai Rappresentanti dei Gruppi Agenti con il documento firmato il 30 maggio, i quali, in sostanza, diventano parte fondamentale ed imprescindibile di questa auspicata svolta. Apprezzano in particolare le parole di apertura espresse dal Presidente dell’UNAPASS, in merito alla creazione di un nuovo modello di associazionismo che tenga conto dell’apporto politico e intellettuale dei Gruppi Agenti, il quale ha dichiarato testualmente:…”l’UNAPASS c’è ed è pronta a continuare, insieme a Voi ed a tutti quelli, nessuno escluso, …..”

In conclusione, affermano la volontà di unità della categoria attraverso, però, una nuova forma associativa ammodernata e più rispondente alle necessità del momento, che vada oltre i personalismi e nell’interesse collettivo e che sia realmente rappresentativa e credibile, per occuparsi di più e meglio dei contingenti problemi degli agenti di assicurazione e soprattutto per avere il giusto peso per potersi confrontare con determinazione e serenità con l’ANIA, con i rappresentanti politici e le Istituzioni pubbliche, compreso l’Istituto di Vigilanza, il quale sempre più spesso emana provvedimenti impositivi che generano adempimenti e responsabilità, ormai divenuti insostenibili per le agenzie di assicurazione.

In tal senso e prima di tutto nell’interesse dell’intera la categoria, e del suo futuro, ritengono oramai improcrastinabile dare corso concreto e a breve giro, a un confronto realmente costruttivo tra Gruppi Agenti, Sna e Unapass che abbia, in prima seduta e come unico obiettivo, quanto meno la discussione definitiva delle linee guida per la realizzazione di quella unificazione che i Sindacati di Categoria decantano di voler perseguire da più di 10 anni, traducendo di tal fatta, una volta per tutte, in fatti le parole.

Nel riproporre la loro disponibilità, rinnovano l’auspicio a che si proceda con la formalizzazione un solerte incontro.

Letto, confermato e sottoscritto dai seguenti presidenti (o delegati) di Gruppi Aziendali Agenti:

 

1)    ALLIANZ LLOYD ADRIATICO – Giovanni Trotta

2)    AUGUSTA – Federico Serrao

3)    AXA ITALIA – Alessandro Lazzaro

4)    AVIVA – Pierangelo Colombo

5)    CARIGE – Letterio Munafò

6)    CATTOLICA – Bruno Coccato

7)    GENERALI – Vincenzo Cirasola

8)    ITALIANA – Luigi Mingozzi

9)    ITAS – Giuseppe Consoli

10) MILANO (MAGAP) – Francesco Bovio

11) VITTORIA – Roberto Arena

12) ZURICH – Enrico Ulivieri

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top