III CONGRESSO AGIT: L’INTERVENTO DI NICOLA PICARO

III Congresso AGIT (3) Imc

In attesa di pubblicare il resoconto del III Congresso AGIT (Agenti Groupama Italia) conclusosi ieri a Roma e la relazione del presidente Piero Melis, riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Nicola Picaro in qualità di Vice Presidente UNAPASS.

Buona sera a tutti , vi porto il saluto di Massimo Congiu e di tutta la Giunta Unapass Rete ImpresAgenzia. Desidero ringraziare Piero Melis per averci invitato, dimostrando grande sensibilità verso il sentiment e le spinte che si avvertono sempre di più dalla base che abbiamo l’ambizione di rappresentare. La sfida è ambiziosa ed io vorrei condividere con voi una suggestione che è più attuale di qualunque DL il cui iter parlamentare stiamo seguendo da vicino.

Le OO. SS. e il mondo della rappresentanza in genere sembrano ormai inutili; spesso sono vissuti come distanti dalla realtà quotidiana ma se davvero provate ad ascoltare e a condividere poche ore con chi, ogni giorno, come il vs. Presidente e i vostri rappresentanti si allontana dalla propria Agenzia, dalla propria famiglia, per provare a cambiare le cose e usa il suo tempo per l’interesse di tutti e per ciò in cui crede profondamente, allora capirete che sia che ognuno di voi sia d’accordo o no, che sia iscritto ad uno o l’altro dei sindacati, quello che fa veramente la differenza è che ciascuno faccia sentire la sua voce e questo suscita necessariamente contrasti e passioni, ed è proprio ciò che non deve cambiare mai perché è l’essenza di una rappresentanza democratica.

Tutti noi vogliamo che il nostro lavoro, i nostri investimenti, l’impegno di una vita, abbiano un futuro e non ci spaventa la sfida del cambiamento perché sappiamo che ci saremo e sappiamo che la nostra categoria ci sarà, se sarà  unita e quindi forte; il percorso sarà  duro e tortuoso, il cammino faticoso, a volte si arresterà e grazie a compromessi anche difficili ripartirà e dovrà arrivare al traguardo.

Quello che rende grande una categoria e la sua rappresentanza, non è solo quanto è numerosa o se è in grado di mostrare i muscoli, ma sono i legami capaci di tenerla insieme, gli obblighi che ognuno di noi ha nei confronti dell’altro, di chi sta seduto proprio qui  oggi al vostro fianco e dei colleghi che ci saranno domani aldilà dei personalismi.

Io ho una speranza e la speranza è quella cosa dentro di noi che ci ripete che, nonostante ogni prova del contrario, ci aspetta qualcosa di meglio, se avremo il coraggio di continuare a provarci, di continuare a lavorare, di continuare a lottare per ciò in cui crediamo.

Ognuno di noi insegue legittimamente il proprio progetto personale, ma proprio per questo non possiamo dimenticare il legame che condividiamo, cioè il punto da cui partire affinché tutti insieme dobbiamo e possiamo essere una sola grande squadra… solo così potremo vincere“.

(Di seguito, alcune immagini del III Congresso AGIT)

Intermedia Channel

Related posts

Top