IL CDA DI GENERALI PROPONE LA RIDUZIONE DEL BOARD A 11-13 CONSIGLIERI

Generali - Assemblea Azionisti 2012 Imc (foto Koren-Trieste)

In vista della prossima assemblea degli azionisti delle Generali – 27-29-30 aprile p.v. in prima, seconda e terza convocazione (nella foto di Giuliano Koren-Trieste, un momento dei lavori dell’assemblea 2012) -, tra i punti all’ordine del giorno viene auspicata dal cda la riduzione “del numero degli amministratori anche rispetto al numero di 15 oggi in essere“. E’ quanto si legge nel “Parere di orientamento agli azionisti su dimensione e composizione del consiglio di amministrazione nominando per il triennio 2013/2015” contenuto all’interno del documento “Relazioni e proposte sugli Argomenti all’ordine del giorno 2012“.

Il consiglio di amministrazione del Leone esprime quindi l’orientamento “a che il numero di amministratori da eleggere per il triennio 2013/2015 sia compreso tra 11 e 13” e che, inoltre, “una chiara maggioranza sia rappresentata da soggetti indipendenti, così da poter consentire al consiglio di potersi supportare del contributo di comitati costituiti, secondo la best practice nazionale ed internazionale, da amministratori indipendenti“.

Nel 2010 l’assemblea degli azionisti della compagnia aveva definito in 19 il numero dei componenti del consiglio di amministrazione. Successivamente, nell’arco del triennio di mandato, ha ridotto il numero a 17 ed oggi, per effetto di ulteriori eventi che hanno riguardato la composizione del cda, il numero dei componenti è già ulteriormente sceso a 15.

Ulteriori approfondimenti: Avviso di convocazione assemblea azionisti Generali

Intermedia Channel

Allegato: Relazioni e Proposte sugli altri argomenti all’ordine del giorno

Related posts

Top