Il ddl Concorrenza spinge la scatola nera

Scatola Nera (3) Imc

Scatola Nera (3) Imc

(di Anna Messia – Milano Finanza)

Il disegno di legge ne incentiva l’installazione, a partire dai mezzi di trasporto pubblici

Entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge sulla Concorrenza il governo dovrà emanare decreti legislativi per incentivare l’installazione delle scatole nere sui mezzi di trasporto. Lo prevede uno degli emendamenti al ddl sulla Concorrenza depositati ieri sera in Commissione Industria dai relatori Luigi Marino (Ap) e Salvatore Tomaselli (Pd).

La proposta di delega al governo prevede che ci sia una progressiva estensione dell’utilizzo di questi dispositivi, con priorità sui veicoli che svolgono servizio pubblico o che beneficiano di incentivi pubblici e successivamente sui veicoli privati adibiti al trasporto di persone o cose, senza maggiori oneri per i cittadini e per la finanza pubblica. L’esecutivo dovrà definire le informazioni rilevabili, disciplinare la portabilità e l’interoperatività, definire il valore di prova e le misure per la tutela della privacy. L’Italia, con 3 milioni di scatole nere installate sugli autoveicoli, è già oggi leader in Europa in questo campo, ma l’intenzione è «far sì che l’utilizzo di questi rilevatori, anche sui mezzi pubblici, possa rivoluzionare il sistema della circolazione con le nuove tecnologie», spiega Tomaselli a MF-Milano Finanza.

La Commissione Industria ha intanto mantenuto l’accantonamento dell’articolo 3, che riguarda la trasparenza dei prezzi delle polizze e gli eventuali sconti previsti anche in caso di installazione della scatola nera. Stessa sorte per l’articolo 7, riguardante gli sconti per i conducenti virtuosi delle aree a più alto rischio. Il Pd dovrebbe sciogliere i nodi martedì prossimo.

Related posts

Top