IL GRUPPO AEC APPROVA IL BILANCIO 2012 E NOMINA IL NUOVO CDA

Fabrizio Callarà (3) Imc

Fabrizio Callarà IMCL’Assemblea dei soci del Gruppo AEC (AEC SpA e le controllate AEC Master Broker e Adjusting & Claims Service) ha approvato nella giornata di oggi la proposta di Bilancio 2012.

Il risultato di maggior rilievo è stato quello di AEC Underwriting Agenzia di Assicurazione e Riassicurazione, che ha chiuso il 2012 con un utile ante imposte al massimo storico di 266.797 euro, in crescita del 27,2% rispetto al risultato 2011.

Più che soddisfacenti – si legge nella nota AEC – i risultati anche in termini di raccolta premi imponibili, con un risultato pari a 20.696.825 euro (+20% rispetto ai 17.375.371 del 2011).

Rispetto all’anno precedente, le singole società del Gruppo AEC sono cresciute, rispettivamente, del 16,27% nel caso di AEC SpA e del 35,97% per AEC Master Broker. L’attività di Adjusting and Claims Service è stata contrassegnata – per il secondo anno consecutivo – da un notevole incremento del volume d’affari. E i più che soddisfacenti risultati, informa il gruppo AEC, “sono stati salutati anche dalla recente inaugurazione dei nuovi uffici in una sede propria per garantirle l’indipendenza operativa, professionale e gestionale della propria attività“.

L’assemblea dei soci così riunita ha rinnovato le cariche del cda, nominando per il triennio 2013-2015 Michele Longo in qualità di nuovo consigliere indipendente e delegato alla formazione ed alla compliance. Il neoeletto cda ha inoltre nominato Fabrizio Callarà (nella foto), già Amministratore Delegato, Presidente del Gruppo.

Per quanto riguarda l’attività del 2012 e della prima parte 2013, AEC ha rafforzato la rete di rapporti commerciali, arrivando a quasi 800 corrispondenti tra broker e collaboratori condivisi con le agenzie. Attraverso l’attività della controllata AEC Master Broker – Lloyd’s Broker sono state anche accreditate 5 nuove Agenzie Lloyd’s OMC – Open Market Correspondent.

Da quest’anno, inoltre, AEC SpA informa di aver aperto le sue collaborazioni anche agli Agenti ai sensi dell’art. 22 comma 10 del decreto legge n. 179/2012 – convertito con legge n. 221/2012 -, che prevede che gli intermediari iscritti alle sezioni A), B) e D) del R.U.I., possano stipulare tra loro accordi di collaborazione.

«L’entrata in vigore dell’obbligo assicurativo previsto per il prossimo 14 agosto è la nostra prossima sfida. Sfida che troverà AEC preparata», ha commentato l’AD di AEC Wholesale Group Fabrizio Callarà. «AEC è, e vorrà essere, sempre all’avanguardia nella definizione di soluzioni assicurative ritagliate sulle esigenze delle diverse categorie professionali, coerenti con la nostra vocazione “specialist” e non “generalist”».

Intermedia Channel

Related posts

Top