IL GRUPPO AGENTI SARA CERCA RISPOSTE DALLA MANDANTE

Ritorno alla redditività, rivisitazione della tariffa Rc auto, adeguamento dei sistemi informatici. Sono solo alcune delle richieste avanzate dal Gas che giovedì e venerdì scorsi ha celebrato la seconda assemblea nazionale a Monastier di Treviso.

È giunto il momento che la redditività delle agenzie torni a essere una priorità «anche nell’interesse della mandante», che la tariffa auto venga rivisitata, che sia recuperata l’autonomia propria degli intermediari, che siano riorganizzati i processi e adeguati i sistemi informatici.

In sintesi sono queste le richieste che il gruppo agenti Sara (Gas), presieduto da Tullio Lanese, ha avanzato alla mandante nel documento programmatico finale redatto dalla rappresentanza al termine della 2a assemblea nazionale tenutasi il 19 e 20 aprile scorsi a Monastier di Treviso (la foto si riferisce all’assemblea costituente di novembre 2010). 

L’assemblea, dopo aver preso atto «che l’impegno quotidiano degli agenti e i sacrifici imposti dal risanamento a tutti i livelli, fino all’oneroso coinvolgimento del proprio personale, hanno reso possibile il riequilibrio tecnico della compagnia, ritengono sia giunto il momento che la redditività delle proprie agenzie torni a essere una priorità anche nell’interesse della mandante».

Gli agenti Sara, «pur prendendo atto dei primi interventi apportati dalla compagnia nel settore Rc auto e in considerazione delle gravi perdite dell’ultimo periodo, ritengono necessaria una rivisitazione della tariffa e nell’immediato un intervento straordinario in termini di maggiore flessibilità, che consenta a tutti di superare questo momento di difficoltà».

Il gruppo agenti Sara ritiene inoltre  «di fondamentale importanza il recupero della propria autonomia e il suo rafforzamento, consapevoli della professionalità che hanno dimostrato attraverso i risultati conseguiti, invertendo l’attuale tendenza riscontrata dalla rete agenziale. Si ritiene necessaria una riorganizzazione dei processi e un adeguamento dei sistemi informatici alle esigenze operative delle agenzie e nell’immediato fornire alle agenzie un corrispondente di direzione per ogni diversa necessità operativa». L’assemblea «è convinta che la professionalità dell’agente non possa essere banalmente catalogata in clusterizzazioni e profilazioni, che non rendono merito a coloro che hanno contribuito alla crescita di una compagnia fortemente specializzata in un settore difficile come la Rc auto, a fianco di un partner importante come l’Automobile Club d’Italia».

Gli agenti «ritengono indispensabile che le commissioni siano costantemente e preventivamente coinvolte in un’attività di confronto positivo con la mandante, avendo già dimostrato la valenza del loro prezioso contributo. A tal proposito si ritiene indispensabile anche un preventivo confronto nella definizione di tutti i futuri piani commerciali/incentivanti.

L’assemblea ha confermato il pieno sostegno al direttivo del gruppo e ha chiesto allo stesso «ogni possibile sforzo al fine di trovare soluzioni adeguate alle problematiche emerse durante il dibattito con particolare attenzione all’ottenimento di un imprescindibile riconoscimento dei costi e degli oneri gestionali ribaltati sulla rete senza alcuna remunerazione». Gli agenti attendono con urgenza di conoscere le risposte ai quesiti posti dalla giunta alla compagnia nel corso dell’ultimo incontro. «Qualora le richieste non fossero accolte, gli agenti si vedranno costretti per la prima volta a mettere in atto tutte le iniziative già indicate durante le recenti riunioni regionali, così come riportato nei verbali delle stesse».

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top