IN NETTA CRESCITA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE DI FONDIARIA SAI

Utile netto consolidato a 171,5 milioni (contro i 24,9 del 30 giugno 2012). Raccolta diretta complessiva in progresso del 6,4% a oltre 5,3 miliardi

Fondiaria SAI - Sede InteraIl cda di Fondiaria-SAI (nella foto, la sede) ha approvato oggi i risultati consolidati relativi al primo semestre 2013, che chiude con un utile netto consolidato di 171,5 milioni di euro (24,9 milioni di euro nel primo semestre 2012), raggiunto “grazie al positivo risultato tecnico del settore Danni e agli importanti effetti delle misure avviate alla fine dello scorso esercizio per la messa in efficienza della Compagnia, passata sotto la gestione del Gruppo Unipol“. La raccolta complessiva del lavoro diretto, comprensiva delle polizze di investimento dei rami Vita, ammonta a 5.333 milioni di euro, in crescita del 6,4% rispetto ai 5.015 milioni di euro del primo semestre 2012.

Settore Danni

Per quanto riguarda il settore Danni, la raccolta del lavoro diretto ha raggiunto 3.049 milioni di euro rispetto ai 3.401 milioni totalizzati a fine giugno 2012 (-10,4%).

La raccolta nei rami Auto si è attestata a 1.974 milioni di euro (-14% rispetto al primo semestre 2012) di cui 1.713 milioni di euro nella RC Auto (-13,9%) e 261 milioni di euro nei Corpi Veicoli Terrestri (-14,9%). “Dal punto di vista commerciale – informa la società –, pur nel rispetto di rigorosi criteri di selettività, sono state avviate azioni tese alla difesa e al rilancio del portafoglio contratti. A fronte del calo dei premi, si conferma il trend di forte decremento del denunciato, con la conseguente riduzione della frequenza dei sinistri e la tenuta delle riserve sinistri di esercizi precedenti“.

La raccolta diretta dei rami Non Auto si attesta a 1.075 milioni di euro (-2,7% rispetto al 30 giugno 2012). Il costo dei sinistri è in sensibile diminuzione rispetto al primo semestre 2012, “che risentiva di effetti straordinari connessi a eventi atmosferici avversi e al terremoto in Emilia-Romagna“.

L’andamento tecnico del settore fa registrare un combined ratio pari al 92,6%, in netto miglioramento rispetto al 99,6% del primo semestre 2012. Il settore chiude quindi con un utile prima delle imposte di 251 milioni di euro, in forte incremento rispetto al risultato di 80 milioni di euro registrato al primo semestre 2012.

Settore Vita 

La raccolta diretta complessiva si è attestata a 2.284 milioni di euro, in crescita del 41,6% rispetto ai 1.614 milioni di euro registrati nel primo semestre 2012, “grazie al contributo del comparto della bancassicurazione, che nel semestre ha rappresentato il 73% del totale della raccolta“. Queste dinamiche hanno consentito al settore di registrare un utile prima delle imposte pari a 129,1 milioni di euro (44,4 milioni di euro al 30 giugno 2012).

Anche per quanto riguarda Fondiaria Sai, è data data la notizia dell’autorizzazione IVASS alla fusione tra il Gruppo Unipol e le realtà del Gruppo Fonsai (Fonsai, Milano e Premafin), informando come nei prossimi mesi “si proseguirà nel consolidamento delle già avviate attività inerenti l’operazione di integrazione con il Gruppo Unipol, nel rispetto delle condizioni già comunicate al mercato“.

Intermedia Channel

Related posts

Top