Inail: Autoliquidazione premi, in crescita gli invii e i fogli

Inail Imc

Inail Imc

(di Mauro Pizzin – Quotidiano del Lavoro)

Dopo i problemi di malfunzionamenti delle scorse settimane, si sono chiuse alla mezzanotte di ieri le pratiche per l’autoliquidazione 2016 dei premi Inail. Scadrà, invece, lunedì 29 febbraio il termine per la presentazione della dichiarazione delle retribuzioni telematica comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate, nonché della domanda di riduzione del premio artigiani.

I flussi rilevati con la procedura “Alpi” nella metà pomeriggio di ieri, e quindi non definitivi – ha fatto sapere l’Istituto –, comparati alla mezzanotte del 16 febbraio 2015 confermano un incremento rispetto all’autoliquidazione 2015: gli invii sono stati 923.065 contro 896.823 (+2,93%), i fogli 1.030.369 contro 998.243 (+3,22%). Gli invii telematici sono stati invece 44.954 contro 43.254 (+3,93%), mentre i fogli hanno toccato quota 441.981 contro 424.937 (+4,01%).

Messo sotto accusa dai consulenti del lavoro (si veda “Inail, il web frena l’autoliquidazione”, di Mauro Pizzin, Quotidiano del Lavoro, 10.02.2016), il sistema informatico “Alpi”, per ammissione della stessa Inail, «ha mostrato in alcune giornate limiti che tuttavia non hanno impedito l’inserimento in tempo utile e alla fine risulta un incremento dei volumi rispetto allo scorso anno». L’Istituto, che pure negli ultimi giorni è riuscito a migliorare la funzionalità del sistema, si è detto comunque «consapevole che le aspettative dei propri utenti sono più alte rispetto ad alcuni anni fa, quando non era infrequente comunicare con banche e assicurazioni tramite invio di file in modalità asincrona», ragion per cui «sta accelerando il percorso di trasformazione digitale dell’erogazione dei servizi avviato alcuni anni fa. In questa trasformazione è compresa anche Alpi, che è in fase di re-ingegnerizzazione».

In attesa dei numeri definitivi sull’autoliquidazione, l’Inail ha reso noto che dal prossimo 1° marzo e fino alle ore 18 del 5 maggio 2016 sarà disponibile, nella sezione “accedi ai servizi online”, la procedura per l’inserimento dei progetti in gara nell’ambito del bando Incentivi Isi 2015 (si legga anche “Sicurezza: la dote Inail sale a 276 milioni”, di Cristina Casadei, Quotidiano del Lavoro, 22.12.2015).

In palio c’è la dote di 276 milioni a fondo perduto messa a disposizione per le imprese che presentano progetti d’investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale e infine, novità di quest’anno, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Tramite la procedura le imprese registrate potranno: effettuare simulazioni relative al progetto da presentare; verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità; salvare la domanda inserita; effettuare la registrazione della domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”.

Related posts

Top