INCONTRO ALL’IVASS IL 4 APRILE PER IL REGOLAMENTO SU FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEGLI INTERMEDIARI

Corso Formazione (3) Imc

E’ stato convocato per il 4 aprile p.v. alle ore 11.00 presso la sede dell’IVASS a Roma (Via del Quirinale 21) il tavolo di confronto in attuazione di quanto stabilito dall’articolo 22 comma 9, del Decreto 179/2012 “Sviluppo-bis”. Secondo quanto previsto dal dl, l’autorità di vigilanza ha il compito di emanare un regolamento su standard organizzativi, tecnologici e professionali riguardanti la formazione e l’aggiornamento degli intermediari, con riferimento ai prodotti formativi, ai requisiti dei soggetti formatori e alle caratteristiche tecniche e funzionali delle piattaforme di e-learning”.

All’incontro sono stati invitati l’ANIA, le associazioni degli intermediari maggiormente rappresentative (SNA, UNAPASS, ANAPA, AIBA e ACB) e i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico (Direzione generale per mercato, concorrenza, consumatore, vigilanza e normativa tecnica), APF (Organismo per la tenuta dell’Albo Promotori Finanziari) e OAM (Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in Attività Finanziaria).

Secondo le previsioni del decreto, l’intervento regolamentare dell’IVASS si pone l’obiettivo di “favorire il rafforzamento dei requisiti professionali degli intermediari assicurativi, considerare la crescente diffusione dei rapporti assicurativi da gestire in via telematica e riunificare e armonizzare la disciplina esistente in materia“.

L’autorità intende inoltre contribuire a “promuovere una regolamentazione il più possibile uniforme in materia di formazione e aggiornamento dei diversi soggetti operanti nel mercato dell’intermediazione assicurativa, creditizia e finanziaria attraverso l’allineamento della disciplina di alcuni punti fondamentali (standard organizzativi richiesti, modalità di fruizione dei corsi, requisiti dei soggetti formatori, modalità di accertamento delle competenze acquisite)“.

Il confronto con istituzioni ed associazioni interessate verterà quindi su sei principali punti di discussione:

  • Soggetti tenuti all’obbligo di formazione e aggiornamento;
  • Modalità di fruizione dei corsi: standard organizzativi e caratteristiche della formazione  a distanza;
  • Contenuti dei prodotti formativi;
  • Requisiti dei soggetti formatori;
  • Modalità di accertamento delle competenze acquisite – test di verifica;
  • Controlli interni delle imprese sulla rete distributiva.

Intermedia Channel

Related posts

Top