Indagine AIPB, boom di assicurati tra i clienti Private su previdenza e rischio danni

Private Insurance - Asset Management (2) Imc

(Fonte: Advisor Online)

Aumenta la percezione su tutti i fattori di rischio, ma il 17% dei clienti Private è ancora senza tutele

Il tema della protezione del patrimonio è sempre più protagonista nei portafogli della clientela private italiana. Nell’ultimo trimestre, i flussi netti a favore del comparto sono cresciuti del 5,4%, doppiando la raccolta gestita. E si tratta di una tendenza ormai strutturale.

Negli ultimi anni, infatti, tra i clienti Private è aumentata in misura significativa la percezione dei rischi, con particolare riferimento ai temi della previdenza (dal 35 al 51%) e della protezione dei beni reali (dal 62 al 72%). Senza dimenticare le altre categorie di rischio, salute (72%), non autosufficienza (49%) e premorienza (51%). Non è un caso se parallelamente si è registrato un incremento nel livello di attivazione assicurativa. Secondo un’indagine realizzata dall’Aipb (Associazione Italiana Private Banking, ndIMC), il fenomeno appare più evidente in riferimento alla previdenza, con un aumento delle coperture dal 22 al 40% in soli due anni. La protezione dei beni reali è cresciuta dal 51 al 63% e il rischio salute è passato dal 45 al 53%.

Ad agevolare tale trend, osserva l’Aipb, ha certamente contribuito la crescente attivazione dell’offerta (anche di matrice bancaria) sui prodotti del segmento Protection. Inoltre, si rileva una certa concentrazione dell’attivazione assicurativa, legata forse ad un focalizzazione su alcune priorità in tema di coperture assicurative: mediamente i rischi coperti sono infatti pari a 2, in leggera contrazione rispetto alla precedente rilevazione. Permane una fascia rilevante di clientela (17%) che non adotta alcuna strategia di protezione. Un cliente private su cinque è coperto un solo fattore di rischio, e meno della metà ha attivato forme di tutela assicurativa su almeno tre rischi.

Indagine AIPB (1) (da Advisor Online)Indagine AIPB (2) (da Advisor Online)

Related posts

Top