INDAGINE RC AUTO: L’ISVAP INTRODUCE NUOVI PARAMETRI

L’istituto di vigilanza ha inviato un documento a tutte le imprese per aggiornare la rilevazione in seguito alle condizioni di mercato che sono cambiate e all’introduzione delle nuove norme. Il numero dei profili degli assicurati è stato ampliato da 4 a 11.  

A distanza di nove anni dall’introduzione dell’indagine statistica riferita all’assicurazione Rc auto, l’Isvap ha deciso di ampliare il numero dei profili (da 4 a 11) trattati, al fine di «aggiornare la rilevazione per allinearla alle mutate condizioni del mercato» e «tenuto conto degli interventi normativi, dell’evoluzione del parco veicolare e degli effetti indotti dalla medesima politica tariffaria sulle tipologie di clientela assicurata».

PROFILI – In particolare, l’istituto di vigilanza intende acquisire informazioni (su diverse province) sulle le tariffe, comprensive degli oneri fiscali e parafiscali, in vigore alla data del 1° aprile 2012 per varie categorie di assicurati: tipo 1 (18enne maschio, con autovettura di 1.300 cc. alimentata a benzina, in classe bonus-malus di ingresso, C.U. 14, massimale minimo di legge); tipo 2 (40enne maschio, con autovettura di 1.300 cc. alimentata a benzina, in classe di massimo sconto bonus-malus, C.U. 1, massimale minimo di legge); tipo 3 (18enne maschio, con ciclomotore di 50 cc. alimentato a benzina, assicurato per la prima volta, bonus-malus C.U. 14, massimale minimo di legge); tipo 4 (18enne maschio, con motociclo di 250 cc. alimentato a benzina, assicurato la prima volta, bonus-malus C.U. 14, massimale minimo di legge); tipo 5 (18enne donna, con autovettura di 1.300 cc. alimentata a benzina, in classe bonus-malus di ingresso, C.U. 14, massimale minimo di legge); tipo 6 (40enne donna, con autovettura di 1.300 cc. alimentata a benzina, in classe bonus malus di massimo sconto, C.U. 1, massimale minimo di legge); tipo 7 (50enne maschio, con autovettura di 1.200 cc. alimentata a benzina, a guida estesa a minori di 26 anni, in classe bonus-malus di massimo sconto, C.U. 1, massimale minimo di legge); tipo 8 (50enne maschio, con autovettura alimentata a gasolio di 1.900 cc, a guida esclusiva, in classe bonus-malus di massimo sconto, C.U. 1, massimale minimo di legge); tipo 9 (18enne donna, con ciclomotore di 50 cc. alimentato a benzina, in classe bonus-malus di ingresso, C.U. 14, massimale minimo di legge); tipo 10 (40enne maschio, con motociclo di 200 cc, alimentato a benzina, in classe bonus-malus di C.U. 4, massimale minimo di legge); tipo 11 (40enne donna, con motociclo di 200 cc. alimentato a benzina, in classe bonus-balus di C.U. 4, massimale minimo di legge).

PREMI E SINISTRI – L’Isvap, inoltre, intende acquisire i premi contabilizzati (lavoro diretto) e i relativi sinistri avvenuti nell’esercizio 2011 per le autovetture, i ciclomotori, i motocicli e per la globalità del ramo Rc autoveicoli terrestri e veicoli marittimi, lacustri e fluviali, rami 10 + 12. Le relative informazioni dovranno riguardare i soli sinistri gestiti direttamente dall’impresa, sinistri no card e sinistri card. Le province interessate all’indagine sono Torino, Aosta, Genova, Milano, Bolzano, Trento, Venezia, Trieste, Bologna, Ancona, Firenze, Perugia, Roma, Napoli, L’Aquila, Campobasso, Bari, Potenza, Reggio Calabria, Palermo e Cagliari. Le compagnie dovranno inviare tutte le informazioni entro il prossimo 20 maggio.

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top